Spugnola Rotonda – Morchella rotunda

Funghi Commestibili

Spugnola Rotonda – Morchella rotunda

La spugnola rotonda o Morchella rotunda è un fungo a carne bianca con consistenza fragile e con sapore ed odore gradevoli.

Il suo nome volgare sta ad indicare l’aspetto del suo cappello formato da una sorta di alveoli che le conferiscono appunto l’aspetto di una spugna.

Spugnola rotonda - Morchella rotunda

Il cappello della Spugnola è di forma rotonda ed ovaloide con la presenza di alveoli disposti in ordine irregolare e separati tra loro da pareti flessuose. La sua colorazione è normalmente giallognola, ma a seconda del luogo in cui cresce può assumere colori anche più scuri.

Il gambo della spugnola rotonda è di forma cilindrica, lievemente conico e corto se paragonato al cappello, ha un colore bianco giallognolo ed è cavo al suo interno ma con pareti spesse.

Habitat della Spugnola rotonda

Spugnola rotonda - Morchella rotunda

Questo tipo di fungo misura normalmente dai 10 ai 20 cm di altezza. La spugnola rotonda è un fungo tipico del periodo primaverile, aprile e maggio i mesi in cui è più probabile incontrarla. Cresce solitaria oppure gregaria, nei prati o in prossimità di olmi e frassini.

La spugnola cresce un po’ in tutta Italia con distribuzione irregolare. A volte è anche possibile trovarla nel periodo autunnale, anche se l’evento è molto sporadico.

La spugnola rotonda (Morchella rotunda) è un fungo molto ricercato per il suo gusto delicato e gradevole. Necessita però di essere cotto prima di essere consumato e soprattutto deve essere pulito molto accuratamente. Nelle cavità del suo cappello infatti sono spesso presenti residui terrosi.

La cottura si rende necessaria in quanto la spugnola contiene dei principi tossici. Precisamente l’acido elvellico,  che viene eliminato con la presenza del calore.

La spugnola rotonda si presta molto bene anche  ad essere essiccato.

Altri tipi di Spugnola – Morchella

Esistono altri tipi di funghi appartenenti al genere Morchella che possono essere confusi tra loro. Di questo però possiamo non preoccuparci, infatti tutti i funghi del genere Morchella sono commestibili previa cottura.

Le altre specie sono la spugnola conica (Morchella conica), la spugnola deliziosa (Morchella deliciosa) e la spugnola falsa (Gyromitra esculenta). Tra tutte le specie quest’ultima è quella più ricca di acido elvellico e quindi, se consumata è considerata velenosa.

Nella storia si segnalano casi di avvelenamento dovuti a questo fungo consumato crudo che in alcuni casi si sono rivelati mortali.

La Spugnola conica è stata avvistata solamente in Lombardia ed in Veneto.

Funghi appartenenti al genere Morchella
Funghi appartenenti al genere Morchella

Spugnola Rotonda 

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

 

Close