Iperico: Proprietà, Benefici, Controindicazioni

Iperico Proprietà

L’iperico è una pianta eccezionale, è usata da secoli per trattare molti disturbi trai quali la depressione con effetti soddisfacenti. La pianta però ha anche tante controindicazioni e interagisce con molti farmaci, vediamo quali


L’iperico è una pianta nota per le sue proprietà terapeutiche, è utilizzate da sempre nella medicina popolare. Il suo nome scientifico è Hypericum perforatum ed appartiene alla famiglia delle Hypericaceae.

Iperico: proprietà e benefici
Iperico: proprietà e benefici

La pianta dell’iperico, anche conosciuta come l’erba di San Giovanni o erba scaccia diavoli, può raggiungere un’altezza di 50 cm. È caratterizzata da bellissimi fiori gialli a 5 petali. Questi raggiungono il massimo della loro bellezza verso la fine di giugno, quando la fioritura è completa.

Si pensa che il nome erba di San Giovanni sia da attribuire al fatto che la pianta fiorisce proprio nel periodo della ricorrenza del Santo, che è appunto il 24 giugno. La pianta dell’iperico è presente in tutt’Italia, non teme il freddo e cresce di prevalenza nei boschi nelle zone con buona luminosità.

L’uso dell’iperico come rimedio erboristico per curare una varietà di disturbi interni ed esterni.  risale al tempo degli antichi greci. Da allora, è rimasto un trattamento popolare per ansia, depressione, tagli e ustioni.

Indice

Le aziende farmaceutiche, in particolare in Europa, preparano formulazioni standard di questa erba che vengono assunte da milioni di persone. Le vendite annuali mondiali di prodotti realizzati dall’iperico superano attualmente diversi miliardi di dollari.

La pianta inoltre, produce dozzine di sostanze biologicamente attive, sebbene due, l’ipericina e l’iperforina, abbiano la maggiore attività medica. Anche altri composti, inclusi i flavonoidi rutina, quercetina e kaempferol, sembrano avere attività medica.

Quello di iperico è un integratore a base di erbe che non richiede prescrizione medica, puoi quindi acquistarlo in un negozio di alimenti naturali o anche online.

Composizione Chimica

La droga è costituita dai fiori da cui poi viene ricavato anche l’olio essenziale che, grazie alle sue proprietà terapeutiche, viene utilizzato per uso medicinale.

È stato riscontrato come la composizione chimica dell’Hypericum perforatum varia a seconda dei luoghi in cui cresce. Quella che segue è la composizione chimica dell’iperico dell’Asia centrale.

Nonano % 1,39
α-pinene % 12,52
β-pinene % 8,26
β-mircene % 1,51
Limonene % 0,68
1,8-Cineolo % 0,41
Undecano % 6,36
 β-ocimene % 1,71
Decano, 2-metil % 4
Pulegone % 0,86
β-cariofillene % 2,85
Aromadendrene % 3,83
Germacrene-D % 6,92
β-selinene % 2,39
α-Selinene % 4,18
γ-Cadinene % 1,21
Δ-Cadinene % 2,07
Fitolo % 1,03
α-Amorfene % 1,77

Contiene inoltre tannini, xantoni, composti fenolici e, in misura inferiore, acidi, carotenoidi, pectina, colina e idrocarburi.

Calorie

100 grammi di fiori di iperico hanno 20 kcal.

Iperico: Proprietà e Benefici

Iperico: Proprietà, Benefici, Controindicazioni

Depressione

Una delle proprietà dell’iperico che è stata ampiamente dimostrata da studi clinici, è quella anti depressiva. I disturbi dell’umore sono disturbi ormai abbastanza diffusi, che spingono le persone a cercare sollievo e benefici dalle medicine. (1, 2)

Si calcola che circa il 4 % della popolazione mondiale si sottoponga a cure per la depressione. Gli studi clinici hanno stabilito che è l’ipericina il principio attivo con proprietà anti depressive. A differenza dei medicinali, l’iperico è più tollerato dall’organismo umano e provoca meno effetti collaterali.

In Germania viene prescritto dai medici come cura per la depressione e rappresenta oltre il 50 % del mercato degli anti depressivi.

Una revisione di 35 studi ha concluso che l’erba di San Giovanni ha ridotto i sintomi della depressione da lieve a moderata più di un placebo e simile agli antidepressivi da prescrizione. (3)

Antibatterico

Gli estratti di iperico sono stati usati per migliaia di anni per trattare tagli, abrasioni e altre ferite. Le proprietà antibatteriche della pianta sono state riportate da diversi studi. Il principale componente antibatterico è stato determinato essere l’iperforina. (4)

Antivirale

L’iperico contiene composti ad alta attività antivirale. È stata dimostrata la sua efficacia nei confronti del virus dell’influenza e dell’herpes. (5)

I ricercatori hanno scoperto che l’ipericina inattiva i virus in diversi punti del loro ciclo di vita virale. (6)

L’ipericina è usata per inattivare diversi virus presenti nel sangue umano e per trattare i pazienti con sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS). (7)

Antitumorale

Secondo alcuni studi  l’iperforina inibisce la crescita delle cellule tumorali in vitro. (8)

Poiché questo composto dell’iperico ha una significativa attività antitumorale ed è disponibile in quantità elevate con una bassa tossicità, promette di essere un interessante nuovo agente per contrastare il cancro. (9)

Anche l’ipericina, un altro composto presente nell’iperico, ha esibito proprietà antitumorali. (10)

L’esposizione delle cellule tumorali all’ipericina, in combinazione con l’irradiazione laser, ha portato a effetti tossici sulle linee cellulari di cancro alla prostata umana. (11)

Negli studi iperforina e ipericina agiscono sinergicamente per impedire la crescita delle cellule leucemiche. (12)  Sebbene questi due composti si mostrino promettenti come agenti antitumorali, sono chiaramente necessarie ulteriori ricerche per valutarne l’efficacia e le interazioni avverse.

IPERICO BIO 500 mg con PASSIFLORA | Origine: Europa | Estratti titolati in Ipericina e Flavonoidi | 90 capsule

Tasto Amazon

L’Iperico è Neuroprotettivo

Ricerche recenti mostrano che estratti di H. perforatum diminuisce lo stress ossidativo e di conseguenza previene neurotossicità, infiammazione e problemi gastrointestinali. La ricerca suggerisce che l’iperico può trattare efficacemente i disturbi neurodegenerativi come il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer. (13)

Quercetina e kaempferolo sono due flavonoli che forniscono un’azione neuroprotettiva diminuendo lo stress ossidativo. (14)

Gli estratti di iperico proteggono dalla morte cellulare causata dai peptidi amiloidi che formano placche nel cervello di chi soffre di Alzheimer. (15)

Secondo i ricercatori l’iperico potrebbe essere un valido trattamento per i pazienti anziani depressi che mostrano disturbi degenerativi associati ad elevato stress ossidativo. (16)

L’Iperico è Antinfiammatorio

In diversi esperimenti sugli animali l’iperico ha mostrato una forte attività antinfiammatoria. (17, 18)

Dipendenza dall’Oppio

I ricercatori suggeriscono che l’ H. perforatum può agire attivando i recettori degli oppioidi senza causare sintomi di astinenza. (19)

In altri studi l’iperico ha ridotto i sintomi dell’astinenza da oppiacei nei ratti Wistar adulti. (20)

Ferite

L’estratto di H. perforatum è stato utilizzato per migliaia di anni come agente cicatrizzante. Ora la scienza ha dimostrato la veridicità delle sue proprietà cicatrizzanti. Infatti l’iperico sembra promuovere la produzione di collagene che a sua volta accelera la guarigione delle ferite. (20)

Un recente studio suggerisce che  l’erba di San Giovanni può essere efficace nel trattamento di ferite, lividi, ustioni e piaghe. (21)

Controindicazioni dell’Iperico

Bisogna innanzitutto premettere che l’iperico non va bene per tutti. Vi sono soggetti che hanno reazioni negative quando assumono quest’erba. Altri invece ne traggono benefici immensi.

Prima di utilizzare quest’erba a scopo terapeutico è meglio consultare sempre un medico. Meglio iniziare a piccole dosi per vedere se è ben tollerata dal vostro organismo.

A normali dosaggi l’iperico ha relativamente pochi effetti collaterali. In generale, gli effetti avversi più comuni sono sintomi gastrointestinali, reazioni allergiche, vertigini, confusione, irrequietezza, letargia e secchezza della bocca. (22)

Tè di iperico (250g), iperico tè, erba di San Giovanni, affettato, delicatamente essiccato, puro al 100% e naturale per la preparazione di tè, tisana, tè di iperico

Tasto Amazon

Gli studi clinici hanno rivelato che le segnalazioni di effetti avversi e i tassi di abbandono erano inferiori al 2,5% per i pazienti che assumevano l’iperico. Questi valori sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli che assumono antidepressivi convenzionali. (23)

L’iperico rende l’organismo più sensibile alla luce. Le persone con pelle chiara devono evitare di esporsi in modo diretto ed a lungo al sole per evitare dermatiti e scottature. (24)

Per esempio è stata osservata un’eccessiva fototossicità cutanea con dosi elevate di ipericina (0,5 mg/kg di peso corporeo) associate a trattamenti per l’AIDS. (25)

Se assunta per via orale fino a 12 settimane in dosi appropriate, l’erba di San Giovanni è generalmente considerata sicura.

Interazione con i Farmaci

  • Xanax – L’assunzione di erba di San Giovanni con questo farmaco usato per alleviare i sintomi dell’ansia potrebbe diminuire l’effetto del farmaco.
  • Antidepressivi – L’assunzione di erba di San Giovanni con antidepressivi potrebbe aumentare il rischio di accumulo di alti livelli di serotonina nel corpo. Troppa serotonina può causare effetti collaterali da lievi a gravi. L’assunzione di questo integratore e di un antidepressivo richiede la supervisione di un medico.
  • Farmaci chemioterapici – L’assunzione di iperico con Camptosar, Onivyde, Taxotere o Gleevec, potrebbe ridurre gli effetti del farmaco chemioterapico.
  • Farmaci contraccettivi – L’uso con farmaci contraccettivi potrebbe causare sanguinamento da rottura, sanguinamento irregolare o gravidanza non pianificata. Potrebbe essere necessaria una forma aggiuntiva o alternativa di controllo delle nascite.
  • Fexofenadina – Assunto insieme a questo antistaminico potrebbe causare l’accumulo di una quantità eccessiva di farmaco nel corpo, peggiorando i normali effetti collaterali.
  • Narcotici – Non prendere l’iperico con metadone. Preso insieme ad alcuni narcotici potrebbe ridurne l’efficacia. La combinazione dell’integratore con i narcotici potrebbe anche aumentare il tempo di sonno indotto dai narcotici e gli effetti antidolorifici.
  • Omeprazolo – Il supplemento può ridurre l’efficacia del farmaco.
  • Warfarin – L’iperico potrebbe ridurre l’effetto del farmaco anticoagulante.
  • Triptani – L’integratore potrebbe aumentare il rischio di accumulo di alti livelli di serotonina nel tuo corpo. Troppa serotonina può causare effetti collaterali da lievi a gravi.
  • Fenitoina – L’assunzione di erba di San Giovanni con questo anticonvulsivante potrebbe causare la perdita del controllo delle convulsioni.

Curiosità

I medici greci del primo secolo come Plinio il Vecchio, Dioscoride ed Ippocrate consigliavano il suo utilizzo come rimedio per i dolori mestruali, i morsi dei serpenti ed i vermi intestinali.

Sono attualmente allo studio possibili effetti antivirali della pianta per il trattamento del HIV / AIDS e dell’epatite C.

Gli antichi attribuivano alla pianta proprietà mistiche, in grado di allontanare demoni e spiriti maligni. È probabilmente per questo che la pianta viene anche chiamata erba scaccia diavoli.

Il nome Hypericum è composto da iper che significa oltre e da eikon che significa apparizione. Proprio a significare la capacità della pianta di allontanare gli spiriti maligni.

Paracelso, un medico ed alchimista svizzero vissuto nel 1.500, raccomandava l’uso dell’iperico per combattere la depressione e la malinconia. La prescriveva  anche per il trattamento delle ferite e del dolore.

Iperico: Proprietà, Benefici, Controindicazioni

Disclaimer Mr.Loto

Back to top button