Liquirizia: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Liquirizia Proprietà

La liquirizia è utilizzata nel continente asiatico da oltre 5.000 anni. Le sue proprietà terapeutiche ed i suoi benefici sulla salute erano già noti agli antichi egizi, ecco i valori nutrizionali


La liquirizia, nome botanico Glycyrrhiza glabra, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Papilionacee.

Liquirizia: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali
Liquirizia: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

La liquirizia è conosciuta da oltre 35 secoli, la traduzione del suo nome dal greco significa radice dolce. Era impiegata a scopi curativi dagli antichi medici cinesi e fu citata da Ippocrate come sostanza con proprietà curative per la tosse.

Le notizie più antiche riguardanti la liquirizia e le sue proprietà risalgono a circa 6.000 anni fa. Se ne trovano addirittura tracce nelle tombe di alcuni faraoni egiziani.

Esistono più di 30 specie del genere Glycyrrhiza ampiamente diffuse in tutto il mondo. Era l’erba più prescritta nell’antico Egitto, dai romani, dai greci, e nella Cina orientale.

La liquirizia è una delle piante commercialmente più preziose a livello mondiale. Viene usata nel tabacco, nei cosmetici, nell’industria alimentare e farmaceutica.

Indice

Le sue proprietà curative, come abbiamo visto, erano già note alla medicina greco-romana, egiziana ed indiana. Oggi, grazie ad uno studio della Rutgers Univerity del New Jersey, la liquirizia potrebbe rivelarsi anche un’ottima arma contro alcuni tipi di tumore.

Secondo i ricercatori la liquirizia potrebbe essere un’alternativa naturale alle terapia attuali per trattare i nuovi disturbi emergenti con lievi effetti collaterali.

Molte formulazioni tradizionali di liquirizia sono ora brevettate in Cina. Ad esempio la soluzione orale a base di questo vegetale è prescritta per trattare bronchite, raffreddore, tosse e infezioni delle vie respiratorie superiori.

L’estratto di radice di glicirriza è utilizzato come collirio per il trattamento della congiuntivite in India.

Nella radice si trovano aminoacidi, proteine, zuccheri semplici, polisaccaridi, sali minerali, pectina, amidi, steroli, gomme e resine. Ecco i suoi valori nutrizionali.

Valori Nutrizionali della Liquirizia

Tabella Nutrizionale per 100 g di radice di liquirizia
Acqua g 6,30
Proteine g 0
Carboidrati g 93,6
Grassi g 0,05
Fibre g 0,2
Zuccheri g 70
Minerali
Calcio mg 3
Ferro mg 0,13
Fosforo mg 4
Potassio mg 37
Rame mg 0,028
Zinco mg 0,05
Sodio mg 50
Selenio mcg 1,1
Vitamine
Vitamina B1 mg 0,004
B2 mg 0,011
B3 mg 0,008
B6 mg 0,004

Fonte: USDA

I principi attivi sono costituiti da acido glabrico, glicirrizina, triterpeni, saponine, tannini, acido malico, mannite, cumarine, stiroli, circa 30 tra flavonoidi e isoflavonoidi, carotenoidi, flavonoli, colina, betaina, ed altre sostanze amare.

Amminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, treonina, serina, prolina, glicina, alanina, valina, isoleucina, leucina, tirosina, fenilalanina, istidina, lisina e arginina.

Calorie

100 grammi di radice hanno una resa calorica pari a 375 kcal

Liquirizia: Proprietà e Benefici

Radici di liquirizia

Antitumorale

Fin dagli inizi degli anni ’80  sono stati dimostrati i benefici di alcuni principi attivi della liquirizia nei confronti di differenti tipologie di infezioni virali. La notizia più positiva però arriva dall’America dove alcuni ricercatori del New Jersey hanno testato una molecola proveniente dalla liquirizia, la BHP, su tessuti prelevati dal tumore alla prostata e al seno.

È stato dimostrato che le proprietà di tale molecola sono in grado di inibire lo sviluppo delle cellule tumorali sopracitate. Ed è grazie a questi studi che si sono ampliate le speranze per l’attuazione di nuove e più efficaci terapie.

È Interessante sottolineare il fatto che la BHP appartiene alla classe dei polifenoli, che come già sappiamo, esercitano un efficace azione antitumorale. (1)

Uno studio coreano suggerisce che l’estratto di  liquirizia potrebbe avere effetti benefici nei confronti del tumore al seno. (2)

Una ricerca pubblicata su Cancer Science afferma che un flavonoide presente nella radice, l’isoliquiritigenina, è un promettente agente chemiopreventivo per il tumore al colon. (3)

La Liquirizia Protegge il Fegato

Le proprietà antinfiammatorie della liquirizia apportano benefici al fegato nei casi di epatite. La radice contrasta il virus responsabile dell’epatite e fornisce composti antiossidanti necessari per la salute di questo organo di vitale importanza.

La ricerca scientifica ha ottenuto risultanti promettenti per quanto riguarda l’effetto protettivo della liquirizia sul fegato. Uno studio coreano sui topi suggerisce che la glicirrizina è efficace nel trattamento dei disturbi del fegato. La sua assunzione riduce la tossicità e normalizza la funzionalità del fegato. (4)

Un altro studio ha dimostrato che isoliquiritigenina possiede proprietà antiossidanti che aiutano a proteggere le cellule del fegato dallo stress ossidativo. (5)

Protegge lo Stomaco

Uno studio del 2015 ha scoperto che l’acido glicirrizico può uccidere i batteri dell’ Helicobacter pylori impedendo loro di diffondersi nell’intestino. Si sono anche altri studi che suggeriscono che l’assunzione della radice porta benefici in caso di ulcera peptica e gastrite. (6)

Nella cultura popolare è nota per portare benefici alle ulcere dello stomaco. Effettivamente possiede proprietà lenitive e curative sullo stomaco e su l’intero tratto digestivo.

Uno studio del 2012 ha dimostrato che l’estratto di Glycyrrhiza glabra è efficace contro il bruciore di stomaco, la nausea ed il reflusso acido. (7)

Artrite Reumatoide

Secondo una ricerca condotta in Cina gli estratti di liquirizia hanno proprietà antinfiammatorie che si sono rivelate efficaci nel trattamento dell’artrite reumatoide. Secondo la ricerca questo vegetale può ridurre sia il dolore che il gonfiore associati all’artrite reumatoide. (8)

Liquirizia e Ciclo Mestruale

La radice si rivela molto utile per le donne. Bere ogni giorno due tazze di tisana alla liquirizia nelle settimane prima del ciclo aiuta ad alleviare i crampi premestruali. Placa inoltre il desiderio di dolci legato a questo periodo e contrasta il gonfiore dovuto alla ritenzione idrica. In un paio di mesi la tisana è perfino in grado di regolarizzare un ciclo irregolare.

Varietà Nera Spezzata - 100 g

Tasto Amazon

Menopausa

La radice ha effetti estrogeni sulle donne, il suo utilizzo è quindi indicato sia per i sintomi mestruali che per la menopausa. Per quanto riguarda il trattamento della menopausa, l’assunzione di liquirizia è stata indicata come migliore rispetto alla terapia ormonale sostitutiva per ridurre le vampate di colore. Questa proprietà della radice è supportata da uno studio del 2014 pubblicato su Health Care for Women International. (9)

Tubercolosi Polmonare

Recenti studi hanno dimostrato che la liquirizia ha proprietà utili nel trattamento della tubercolosi polmonare. È anche efficace nel ridurre la durata del processo di guarigione. (10)

Virus HIV

Secondo recenti studi la liquirizia è efficace nel trattamento delle malattie legate all’HIV. Negli esperimenti la glicirrizina ha aiutato ad inibire la proliferazione delle cellule infette. Inoltre previene anche la distruzione dei globuli bianchi e potenzia il sistema immunitario. (11)

La Liquirizia Aumenta la Fertilità Femminile

Il tè alla liquirizia può aiutare a risolvere i problemi legati alla fertilità femminile causati da irregolarità ormonali. La sua assunzione aiuta a ripristinare una regolare ovulazione e favorisce il concepimento. Secondo la ricerca aiuta anche a ridurre il testosterone sierico nelle donne. (12)

Antidepressiva

Uno studio pubblicato sul Journal of Molecular Sciences sostiene l’efficacia della liquirizia nella lotta alla depressione. La pianta contiene minerali essenziali ed il beta carotene che, insieme ai flavonoidi combattono la depressione. (13)

Gestione dello Stress

Uno studio pubblicato su Molecular and Cellular Endocrinology sostiene le proprietà anti stress di questa radice. Sembra che la sua assunzione sia in grado di regolare in modo più efficace il cortisolo. Quest’ultimo è l’ormone dello stress, il suo buon funzionamento permetterebbe alle ghiandole surrenali un lavoro meno intensivo. (14)

In pratica si è scoperto che la liquirizia è una delle miglior piante adattogene per regolare il cortisolo.

Sistema Immunitario

Sta riscuotendo sempre più interesse il ruolo che ricopre nel potenziamento del sistema immunitario. Si sta studiando il suo impiego per la prevenzione ed il trattamento di patologie come l’HIV e l’epatite C. Uno studio del 2013 conferma che il contenuto di triterpenoidi ha attività antivirale. Questa caratteristica fa della liquirizia un valido alleato del sistema immunitario. (15)

Antispasmodica

Il suo consumo può avere un effetto benefico sia sui crampi addominali che su quelli muscolari. Questo è quello che emerge da uno studio del 2013 pubblicato sulla US National Library. In particolare, secondo un altro studio, la liquirizia può fornire sollievo in caso si eczemi o altre affezioni della pelle. (16, 17)

Liquirizia pura

Infiammazione

La liquirizia ha mostrato attività antinfiammatorie nell’ alleviare la tosse, eliminare il catarro, stimolare le funzioni digestive, alleviare il dolore e altro ancora. (18)

I flavonoidi presenti in questa pianta sono considerati il potenziale farmaco per l’infiammazione senza effetti collaterali. (19)

Carie Dentali

La glicirrizina riduce la disintegrazione dello smalto sopprimendo la produzione di acido nella placca dentale e e migliorando l’assorbimento del fluoro. (20, 21)

Tisana alla Liquirizia

La tisana ha proprietà digestive e leggermente lassative. Per la sua preparazione necessitano 60 gr di radici che dovranno essere lasciate in infusione per circa un’ora in un litro di acqua bollente. Si addolcisce con il miele.

Controindicazioni della Liquirizia

Uno studio condotto all’università di Helsinki ha dimostrato la dannosità di un eccessivo consumo in donne in gravidanza. Lo studio suggerisce il rischio di danni al cervello ai bambini che portano in grembo.

Questo perché, uno dei suoi componenti, la glicirizzina, è in grado di danneggiare la placenta. In questo modo di permetterebbe il passaggio anomalo di alcuni tipi di ormoni.

Può causare ipopotassiemia, ossia la riduzione della percentuale di potassio nel sangue. Può anche causare ipertensione arteriosa.

Da sconsigliarne il consumo in presenza di insufficienza renale o epatica, sovrappeso, ipertensione.

Il suo consumo può influenzare il livello di testosterone nei maschi e ridurre il loro desiderio sessuale.

La liquirizia può interferire con l’uso di diuretici o farmaci a base di cortisone. In questo caso è sempre necessario consultare un medico.

Curiosità

Negli ospedali francesi veniva utilizzata insieme a gramigna ed orzo per preparare una tisana chiamata bonne-à-tout.

Non dovrebbe essere consumata mentre si stanno facendo cure omeopatiche, lo stesso dicasi per la menta.

Fino dall’antichità l’uso della liquirizia è stato quello di preparare bevande dissetanti.  Il più delle volte in unione ad altre sostanza, tipo il coriandolo.

Mescolata al miele apporta dei benefici alle ferite.

Le radici si raccolgono in autunno da piante che hanno almeno 4 anni di vita. In seguito si pelano e si mettono ad essiccare al sole.

Le radici di liquirizia sono un ottimo palliativo per chi intende smettere di fumare. Anche nella gestualità riescono in qualche modo a sostituire la sigaretta.

In uno studio pubblicato sulla rivista Iranian Journal of Pharmaceutica si sono testate le proprietà delle foglie nei confronti dei batteri. Si è scoperto che queste potrebbero funzionare nel trattamento dello stafilococco e della candida. (22)

Liquirizia: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Versione lingua inglese

Disclaimer Mr.Loto

Back to top button