Lupini: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Lupini Proprietà

Benché abbiano ottimi valori nutrizionali, i lupini sono dei legumi ancora sottovalutati. Queste loro proprietà infatti possono procurare diversi benefici alla salute. Vediamo quali


I lupini sono prodotti dalla Lupinus albus, una pianta annuale che può raggiungere un’altezza di 1,5 metri. La pianta appartiene alla famiglia delle Fabaceae.

Si seminano in autunno, da ottobre a novembre e giungono a maturazione generalmente a luglio.

Lupini: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali
Lupini: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

I lupini crescono in modo spontaneo nelle zone incolte lungo le coste del mediterraneo ed hanno la particolarità di crescere e prosperare anche in terreni acidi.

Le prime coltivazioni di questo interessante legume si fanno risalire fino a 4.000 anni. Anche greci e romani lo conoscevano tanto che se ne trova menzione in alcune opere di Orazio e di Ippocrate. Plinio il Vecchio, scrittore romano, naturalista e filosofo della natura, disse: “‘Nessun tipo di foraggio è più sano e leggero di digestione del lupino bianco, se consumato secco.

I lupini hanno un profilo nutritivo unico tra i legumi e possono avere effetti benefici sulla salute se inclusi nella dieta. Sono un’ottima fonte di proteine ​​vegetali di alta qualità per le persone che seguono una dieta vegetariana o vegana. Sono privi di glutine e sono un sostituto del grano più denso di nutrienti rispetto ad altre alternative attualmente utilizzate nelle diete prive di glutine.

Indice

Come è successo per il kamut anche i lupini sono stati riscoperti e rivalutati negli ultimi anni. Questo grazie ai recenti studi che ne hanno confermato le buone proprietà salutari ed i benefici per l’organismo.

La domanda della popolazione mondiale in continua crescita per le proteine ​​alimentari non è più sostenibile solo attraverso i prodotti animali. La soia è diventata la principale fonte di proteine ​​vegetali per alimenti e mangimi. L’Europa dipende dalle importazioni di soia per il 70% del fabbisogno di proteine ​​vegetali.

Il lupino bianco (Lupinus albus),  il lupino giallo (L. luteus) e il lupino a foglia stretta (L. angustifolius), sono legumi europei che rappresentano un’alternativa significativa ai semi di soia. Il loro contenuto di proteine ​ è elevato (fino al 44%) e la sua qualità è buona. I lupini offrono potenziali benefici per la salute e contribuiscono alla sostenibilità dei sistemi colturali. (1)

Purtroppo la produzione di lupini in Europa è diminuita costantemente durante la seconda metà del 20 ° secolo. I motivi sono la bassa produttività dovuta alla variabilità stagionale, il basso prezzo di questi legumi e le politiche dell’UE che favoriscono l’importazione di soia.

Valori Nutrizionali dei Lupini

Tabella Nutrizionale riferita a 100 grammi di lupini
Acqua g 10,44
Proteine g 36,17
Grassi g 9,74
Carboidrati g 40,37
Fibra g 18,9
Omega 3 mg 222
Omega 6 mg 991
Minerali
Calcio mg 176
Ferro mg 4,36
Magnesio mg 198
Fosforo mg 440
Potassio mg 1013
Sodio mg 15
Zinco mg 4,75
Vitamine
B1 mg 0,640
B2 mg 0,220
B3 mg 2,190
B5 mg 0,710
B6 mg 0,357
Vitamina C mg 4,8
Folati mcg 355

Fonte: USDA   

Amminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, serina, tirosina, treonina, triptofano e valina.

Calorie dei Lupini

100 grammi di lupini hanno una resa calorica pari a 371 kcal.

Lupini: Proprietà e Benefici

Lupini: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Digeribili

Oltre ad avere buone proprietà nutrizionali risultano avere un’ottima digeribilità. Il loro consumo regolare promuove la salute dell’intestino. Aiutano a prevenire la stitichezza e la sindrome dell’intestino irritabile.

Il buon contenuto di fibra è benefico per i batteri buoni presenti nell’intestino. Secondo recenti studi c’è un legame tra i batteri buoni ed il buon funzionamento del sistema immunitario. (2)

Lupini Cotti e Salati gr.250 Confezione da 10 pz

Tasto Amazon

Ipertensione

Recenti studi hanno confermato le loro proprietà benefiche nei confronti del cuore. Il loro consumo infatti favorisce il rilassamento dei vasi sanguigni con una conseguente riduzione della pressione sanguigna. (3)

L’ipertensione è spesso causa di serie patologie legate al cuore. Mangiare regolarmente questi legumi ci protegge quindi dalle complicazioni legate all’ipertensione.

Abbassano il Colesterolo

Sono una buona fonte di fibra alimentare che impedisce l’assorbimento dei grassi a livello intestinale con una conseguente riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. In questo caso gli studi sono stati fatti su animali per cui c’è bisogno di fare gli stessi test sugli esseri umani per confermare questa potenziale proprietà. (4)

Negli esperimenti condotti su ratti, criceti, maiali e conigli si è riscontrato che le proteine derivate da questi legumi riducono il tasso di colesterolo LDL. Restano invece invariati i livelli di colesterolo buono HDL.

Uno studio spagnolo effettuato sui polli suggerisce che la regolare assunzione di lupini riduce il colesterolo in modo significativo. (5)

Uno studio tedesco ha esaminato l’effetto di questi legumi su 65 volontari con colesterolo alto e con età compresa tra o 18 e gli 80 anni. I risultati hanno rilevato che dopo 4 settimane di assunzione di proteine di lupino i livelli di colesterolo erano significativamente diminuiti. (6)

Allo stesso risultato è giunto uno studio brasiliano sui criceti dove i risultati indicano un impatto favorevole della proteina dei lupini sui fattori di rischio cardiovascolare nell’uomo dovuto al colesterolo alto. (7)

Malattie Cardiovascolari

Sembra che l’aggiunta di farina di lupini al pane a base di frumento, apporti benefici al nostro corpo. Da quanto emerso il consumo di questo tipo di pane rispetto agli altri riduce i marcatori del rischio di malattie croniche. (8)

L’aumento di proteine ​​e fibre nel pane con farina di lupino, può essere un approccio dietetico semplice per aiutare a ridurre la pressione sanguigna e il rischio cardiovascolare. (9)

L”aggiunta di fibre di lupini alla dieta apporta cambiamenti favorevoli ad alcune misure lipidiche sieriche negli uomini. Questi, combinati con la sua elevata appetibilità, suggeriscono che questo nuovo ingrediente può essere utile nella riduzione dietetica del rischio di malattia coronarica. (10)

Uno studio del Bangladesh sostiene che un buon apporto di fibre riduce i lipidi plasmatici. Le persone che assumono una dieta ricca di grassi saturi e povera di fibre alimentari sono più inclini a sviluppare malattie coronariche. Le fibre alimentari riducono anche il colesterolo, una componente importante nello sviluppo della malattie vascolari aterosclerotiche, una causa primaria dell’infarto miocardico. (11)

Lupini su sfondo bianco

Aterosclerosi

Sono stati condotti degli studi sui conigli che fanno ben sperare per le future applicazioni sull’uomo per quanto riguarda il trattamento dell’aterosclerosi. Nell’esperimento i ricercatori hanno nutrito dei conigli malati di aterosclerosi con proteine derivate dai lupini. (12)

I risultati hanno evidenziato come tali proteine siano state in grado di rallentare lo sviluppo di tale patologia.

Ulteriori studi condotti sui topi hanno evidenziato che le stesse proteine hanno proprietà ipolepimizzanti che riducono la calcificazione aortica nei modelli di aterosclerosi. (13)

Stitichezza

I lupini hanno un alto contenuto di fibra alimentare che permette alle feci nell’intestino di ammorbidirsi. La fibra facilita quindi il passaggio delle feci attraverso l’intestino prevenendo così la stitichezza. (14)

Infiammazione

Un team globale composto da ricercatori spagnoli e l’ University of Western Australia hanno dimostrato che i lupini sono in grado di fornire terapie alternative per la prevenzione e il trattamento di malattie infiammatorie.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Functional Foods, fornisce una forte evidenza sul fatto che la proteina ​​conglutina contenuta nei lupini gioca un ruolo chiave per la prevenzione e il trattamento di malattie come quelle cardiovascolari, i tumori, diabete di tipo 2 e l’ ipertensione.

Il team ha valutato gli effetti anti-infiammatori della beta-conglutina in quattordici soggetti di controllo sani e quattordici pazienti con diabete di tipo 2 in Spagna.

I risultati hanno indicato che questa famiglia di proteine ​​potrebbe essere in grado di invertire gli effetti dannosi di una risposta infiammatoria in diverse fasi. (15)

I Lupini Fanno Bene ai Capelli

Il lupino è ricco di antiossidanti e proteine ​​che aiutano a sviluppare capelli forti e sani. Gli estratti aiutano a migliorare la microcircolazione del cuoio capelluto. Un cuoio capelluto sano è l’ambiente perfetto per capelli sani.

I lupini inoltre contengono vitamine, amminoacidi e altri nutrienti che nutrono i capelli e ne promuovono una crescita sana. I suoi contenuti lipidici e proteici hanno proprietà cosmetiche essenziali. (16)

Guarda anche: Lupini e diabete

Diabete

Secondo i ricercatori l’estratto di semi di lupino potrebbe fornire un potente trattamento del diabete. (18) La ricerca suggerisce che mangiare legumi come parte di una dieta sana può offrire alcuni seri benefici per la salute, come ridurre il rischio di diabete. (19)

Basso Indice Glicemico

Grazie al basso contenuto di carboidrati i lupini hanno un basso indice glicemico. Rispetto al pane bianco con indice glicemico 100, il pane con aggiunta di farina di lupino ha un indice glicemico di 74. Questa proprietà rende i lupini appetibili per chi ha il diabete. (20)

Altri Usi dei Lupini

Il lupino ricopre un ruolo interessante anche nell’alimentazione dei celiaci. Questo legume non contiene glutine e può quindi essere utilizzato da chi ha problemi di intolleranza.

Attualmente la farina prodotta con i lupini viene già utilizzata per produrre pane, biscotti e pasta. In tempi antichi il lupino veniva impiegato dalla medicina per curare la scabbia e l’eczema.

Probabilmente in un futuro molto prossimo i lupini si potranno utilizzare per la preparazione di prodotti sostitutivi di latte, yogurt e gelati. Questo avviene già oggi per la soia ed il riso i cui derivati vengono utilizzati dagli individui allergici al latte ed ai suoi derivati.

Controindicazioni 

I lupini potrebbero scatenare reazioni allergiche negli individui con allergia alle arachidi. In questo caso se ne sconsiglia il consumo.

Curiosità

Lupini: proprietà e benefici

Uno studio condotto all’istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano ha scoperto le proprietà di una proteina vegetale, la conglutina gamma. Questa è presente in buona quantità nei lupini e che pare avere gli stessi effetti dell’insulina.

Non tutti sanno che gli antichi romani li utilizzavano al posto della carne, soprattutto nei lunghi spostamenti fatti a piedi dagli eserciti del tempo.

La varietà più antica di questo legume è quella bianca, a cui fecero poi seguito quella blu e quella gialla negli anni ’30.

Forse non Tutti Sanno Che

Ecco alcune varietà: lupino selvatico, lupino delle sabbie, spagnolo, giallo, irsuto e lupino di Gredos.

Vista l’alta percentuale di proteine si consiglia di consumarli in momenti di particolare spossatezza e debolezza muscolare. Bisogna tenere conto che, a differenza della carne, non aumentano i livelli di colesterolo.

I lupini in passato venivano coltivati anche perché contribuivano a rendere migliore il suolo in cui venivano piantati.

Ad oggi l’Australia produce circa l’85 % della produzione mondiale di lupini.

Lupini: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Back to top button