Home / Noci di Macadamia: Proprietà e Benefici

Noci di Macadamia: Proprietà e Benefici

Noci di Macadamia proprietà

Noci di Macadamia

Le noci di macadamia sono un frutto con buone proprietà nutritive e molto ricco di olio, ne contengono fino al 78 %. Il loro consumo regolare apporta diversi benefici alla salute, vediamo quali

Le noci di macadamia sono il frutto dell’albero Macadamia integrifolia, un sempreverde originario dell’Australia. È una pianta perenne che può raggiungere i 40 mt di altezza e che appartiene alla famiglia delle Proteaceae. A questa famiglia appartengono 9 specie di alberi ma solo due producono frutti commestibili: la M. integrifolia e la M. tetraphylla. Le altre specie o non producono frutti oppure producono frutti non commestibili.

Noci di macadamia proprietà e benefici
Noci di macadamia proprietà e benefici

Le noci di macadamia hanno un sapore piacevole e delicato, che ricorda quello della noce di cocco. I frutti sono racchiusi all’interno di un guscio duro a sua volta avvolto da una spessa buccia verde.

A dare il nome al genere Macadamia fu il botanico tedesco-australiano Ferdinand von Mueller nel 1857. Il nome fu dato in onore del chimico, politico ed insegnante scozzese-australiano John Macadam.

Indice

La pianta non sopporta temperature al di sotto dei 10°, la sua temperatura ottimale è invece di 25°. Il primo paese produttore di noci di macadamia è ovviamente l’Australia, il paese da cui la pianta ha origine. Altri Paesi produttori sono le Hawaii, la California, il Brasile, la Bolivia, la Nuova Zelanda, Costa Rica, Israele, Sud Africa e Kenya.

Composizione Chimica

Composizione Chimica per 100 gr di noci di macadamia
Acquag1,36
Proteineg7,91
Grassig75,77
Carboidratig13,82
Fibrag8,6
Zuccherig4,57
Minerali
Calciomg85
Ferromg3,69
Magnesiomg130
Fosforomg188
Potassiomg368
Sodiomg5
Manganesemg4,1
Zincomg1,30
Ramemg0,76
Seleniomcg3,60
Vitamine
B1mg1,195
B2mg0,162
B3mg2,473
B5mg0,76
B6mg0,275
Vitamina Cmg1,2
Vitamina Emg0,54
Folatimcg11

Fonte: USDA Database

Acidi grassi saturi: acido palmitico, acido arachidico, acido stearico.

Acidi grassi insaturi: acido oleico, acido palmitoleico, acido linoleico.

Aminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Calorie   

100 grammi di noci di macadamia hanno un apporto calorico pari a 718 kcal.  

Noci di Macadamia: Proprietà e Benefici

Salute del Cuore

Le noci di macadamia hanno un buon contenuto di grassi sani che aiutano a mantenere le arterie in buone condizioni. Questi composti hanno anche un effetto benefico sul colesterolo e sui trigliceridi. Questi fattori riducono il rischio di malattie cardiache.

Uno studio americano pubblicato sul Journal of Nutrition ha esaminato un gruppo di persone che sono state nutrite per un certo periodo di tempo con noci di macadamia. Al termine del test i ricercatori hanno rilevato che il consumo di questo tipo di frutta ha ridotto i livelli di colesterolo ed ha migliorato i marcatori cardiaci.

Un ulteriore studio suggerisce che il regolare consumo di frutta secca contribuisce a ridurre l’incidenza delle patologie cardiache ad anche dei tumori. I ricercatori sostengono che tali benefici sono riconducibili all’attività degli acidi fenolici, dei flavonoidi ed di altri composti antiossidanti.

Noci di macadamia proprietà e benefici

Colesterolo

I ricercatori sostengono che sono i gli acidi grassi omega 9, di cui le noci sono ricche, che aiutano a controllare il colesterolo cattivo, con benefici per la salute cardiovascolare. Contengono inoltre grassi monoinsaturi Omega 9 (acido oleico e palmitico) che apportano altri benefici alla salute. Recenti studi hanno confermato che un assunzione equilibrata di questi grassi riduce il colesterolo ed i processi di infiammazione.

Un altro studio ha dimostrato che l’assunzione giornaliera di 60-70 grammi di noci di macadamia riduce i livelli di colesterolo cattivo LDL.

Perdita di Peso

Anche se il loro elevato apporto calorico e l’alto contenuto di grassi potrebbe far supporre il contrario, questi frutti si possono integrare in una dieta dimagrante. Le fibre e gli oli vegetali presenti nel frutto infatti, aumentano e prolungano il senso di sazietà. In questo modo si evita di assumere ulteriore cibo durante la giornata.

Questi frutti inoltre contengono l’acido palmitoleico, un composto che ha la capacità di aumentare il metabolismo dei grassi e diminuire l’accumulo degli stessi.

Uno studio del 2014 suggerisce che le noci di macadamia possono aiutare a prevenire la sindrome metabolica. Sono però necessarie ulteriori ricerche per confermare questa proprietà.

Metabolismo

Hanno un buon contenuto di vitamine del gruppo B che apportano benefici al buon funzionamento del metabolismo umano. La vitamina B1 si occupa di trasformare i carboidrati in energia, la vitamina B6 è importante per lo sviluppo del cervello.

Glicemia

La frutta secca in generale è nota per alleviare alcuni disturbi associati al diabete. Questa tesi è supportata da uno studio canadese che suggerisce che noci, nocciole, noci di macadamia ed altri tipi di noci, possono migliorare il controllo glicemico nei pazienti con diabete 2.

Secondo la ricerca scientifica questo tipo di frutto ha un contenuto di composti bioattivi che aiutano a migliorare i livelli di zuccheri nel sangue con effetti benefici sul diabete.

Ossa

Sono buone fonti di calcio, magnesio e potassio, questi minerali sono utili per prevenire la demineralizzazione delle ossa. Il fosforo è utile per rinforzare ossa e denti.

Infiammazione

Le noci di macadamia sono utili quando si hanno problemi di infiammazione esterna come la dermatite o interna come la gastrite. Gli acidi grassi fungono da lubrificante e da protezione della pelle contribuendo così alla riparazione delle cellule danneggiate.

Uno studio condotto sui ratti ha dimostrato che la somministrazione per 8 settimane di olio di macadamia attenua l’infiammazione e l’ipertrofia degli adipociti nei ratti obesi.

Uno studio del 2015 ha esaminato l’effetto di alcune piante australiane sull’artrite reumatoide. I risultati hanno evidenziato che l’estratto di macadamia ha un buon potenziale per bloccare l’insorgere dell’artrite reumatoide.

Digestione

Grazie alle proprietà lubrificanti degli acidi grassi omega 9, questi frutti sono in grado di prevenire la costipazione. Questi grassi infatti lubrificano l’intestino ed aumentano la motilità intestinale.

Le fibre alimentari, solubili e non, aiutano a rimuovere le tossine dal corpo. La noce di macadamia, grazie al contenuto di rame, aiuta nell’utilizzo efficiente del ferro e favorisce le reazioni enzimatiche dell’apparato digestivo.

Radicali Liberi

I composti antiossidanti come le vitamine ed il manganese sono in grado di contrastare l’attività dei radicali liberi. I radicali liberi sono il sottoprodotto del metabolismo umano e sono responsabili dell’insorgere di diverse patologie croniche tra le quali  anche i tumori

Benefici al Cervello

Magnesio, manganese, rame e vitamina B1 sono importanti per la produzione dei neurotrasmettitori. L’acido oleico e l’acido palmitoleico aiutano invece a proteggere le cellule del cervello.

Secondo la ricerca gli omega 9 hanno effetti benefici sull’umore e sulla memoria. Uno studio del 2016 dimostra che l’acido erucico (presente nelle noci di macadamia) può essere utile nel trattamento delle malattie associate ad deficit cognitivo come l’Alzheimer.

Altre proprietà: sono ricche di aminoacidi essenziali e non essenziali che hanno un ruolo importante nella formazione dei muscoli del corpo, del tessuto connettivo e del sangue.

Controindicazioni

Le noci di macadamia contengono anche elevate quantità di acidi Omega 7 (acido palmitoleico). Se consumati in eccesso possono aumentare i livelli di colesterolo cattivo. La quantità giornaliera consigliata di questo frutto va dai 40 ai 90 grammi.

Quando acquisti questo prodotto fai sempre attenzione agli ingredienti. In alcuni casi infatti è possibile che siano stati aggiunti ingredienti non troppo salutari come ad esempio un eccesso di sale, conservanti ed oli.

Fai anche attenzione alle allergie, discorso questo da non sottovalutare. Se sei allergico alle noci allora devi evitare questo frutto.

Curiosità

Noci di macadamia proprietà e benefici

Le noci di macadamia sono commestibili per l’uomo ma non lo sono per cani e gatti.

Non contengono glutine, possono quindi essere utilizzate senza problemi nella preparazione di alimenti per celiaci.

Essendo molto grasse, da esse si estrae un olio che ha alcune somiglianze con l’olio di oliva.

Gli aborigeni dell’Australia conoscevano le noci di macadamia molto prima della loro scoperta da parte degli esploratori scienziati. Quando i primi coloni arrivarono in Australia infatti trovarono molti gusci rotti per tutta la foresta.

I primi studi di identificazione della specie furono compiuti nel 1858 da due botanici inglesi: Ferdinand von Mueller e John McAdam. Il nome del frutto prende il nome da quest’ultimo.

Le noci possono venir consumate crude, tostate e salate o ricoperte di cioccolato.

A causa del loro valore nutrizionale, l’olio di noci di macadamia è ora venduto come integratore alimentare sotto forma di capsule. Viene anche utilizzato per la preparazione di prodotti di bellezza. Prodotti per i capelli, saponette, gel liquidi sono solo alcuni esempi.

Noci di Macadamia proprietà e benefici

Ultimo aggiornamento: 13/08/2018

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.