Peperoni: Proprietà e Benefici

305 Condivisioni

Peperoni proprietà

Peperoni

I peperoni hanno diverse proprietà terapeutiche, poche calorie ed un alto contenuto di vitamina C, i loro benefici sulla salute sono supportati da diversi studi scientifici. vediamo quali.


La pianta dei peperoni, nome scientifico Capsicum annum, appartiene alla famiglia delle Solanaceae. È una pianta che nei paesi con clima mediterraneo ha carattere annuale mentre, in quelli con clima caldo, è perenne. La pianta è originaria dell’America meridionale.

Peperoni: proprietà e benefici
Peperoni: proprietà e benefici

I peperoni sono presenti in moltissime varietà con caratteristiche, proprietà e colori diversi tra loro. Tutte le diverse specie di peperoni possono essere coltivate nel nostro paese e, a seconda della zona, i frutti si possono raccogliere a partire dall’estate fino in autunno.

Indice

I peperoni si possono distinguere fra dolci e piccanti, grandi e piccoli, forma allungata, forma tronca e di forma quadrangolare. I colori più comuni sono il giallo, il rosso ed il verde ma esistono anche varietà arancioni, bianche e violacee.

Tra i vari colori ci sono differenze nutrizionali, per esempio un peperone rosso contiene 8 volte la quantità di vitamina A di un peperone verde.

Questo ortaggio per migliaia di anni è stato un alimento base nella dieta di molte persone. Le prime notizie riguardanti questa famiglia di vegetali risale a 6.100 anni fa in Ecuador. (1)

Il nome di questo ortaggio si deve a Cristoforo Colombo quando il peperone venne importato dall’America agli Stati Uniti.

Composizione Chimica dei Peperoni

Composizione chimica per 100 g di peperone rosso dolce
Acqua g 92,21
Proteine g 0,99
Carboidrati g 6,03
Grassi g 0,30
Fibre g 2,1
Zuccheri g 4,20
Ceneri g 0,47
Minerali
Calcio mg 7
Rame mg 0,017
Ferro mg 0,43
Magnesio mg 12
Manganese mg 0,112
Fosforo mg 26
Potassio mg 211
Selenio mg 0,1
Sodio mg 4
Zinco mg 0,25
Vitamine
Vitamina A IU 3131
Vitamina A, RAE mcg 157
B1 mg 0,054
B2 mg 0,085
B3 mg 0,979
B5 mg 0,317
B6 mg 0,291
Vitamina C mg 127,7
Vitamina E mg 1,58
Vitamina J mg 5,6
Vitamina K mcg 4,9
Beta Carotene mcg 1624
Luteina Zeaxantina mcg 51
Criptoxantina Beta mcg 490
Folati mcg 46

Fonte: Nutritionvalue

Amminoacidiargininaacido asparticoacido glutammicofenilalanina, serina, valina, treonina, tirosina, lisina, leucina, istidina, isoleucina, glicina, prolina, triptofano, cistina, alanina e metionina.

I peperoni sono ricchi di composti antiossidanti, in particolar di carotenoidi. Questi composti, secondo gli studi sono molto più abbondanti nei frutti maturi. Ecco altri antiossidanti presenti in questo ortaggio.

Capsantina: è un potente antiossidante di colore rosso, abbonda quindi nei peperoni rossi. Secondo recenti studi questo carotenoide ha proprietà preventive nei confronti dei tumori.

Luteolina: si tratta di un polifenolo con proprietà antiossidante, secondo la ricerca può avere diversi effetti benefici sulla salute.

Quercetina: è un altro polifenolo antiossidante che secondo gli studi può contribuire a prevenire alcune malattie croniche come i tumori e le patologie cardiache. (1)

Violaxantina: è un carotenoide antiossidante presente nei peperoni gialli.

Calorie  

100 grammi di peperone hanno 31 kcal.

Peperoni: Proprietà e Benefici

Peperoni: proprietà e benefici

Salute del Cuore

Uno studio del 2008 sostiene che per aumentare l’efficacia degli antiossidanti presenti nei peperoni, il metodo migliore è quello di cuocerli a vapore. I ricercatori hanno scoperto che questo tipo di cottura nei cibi ricchi di antiossidanti aumenta la capacità legante degli acidi biliari. Questo, tradotto in parole semplici, significa un utilizzo più efficiente del colesterolo ed un minor assorbimento dei grassi con una conseguente riduzione del rischio di malattie cardiache.

Antinfiammatori

Uno studio del 2017 ha esaminato le proprietà antinfiammatorie delle foglie del peperone. I risultati hanno evidenziato che l’estratto acquoso delle foglie ha sorprendenti attività antinfiammatoria. I risultati di questi esperimenti hanno fornito utili informazioni sul suo potenziale per future applicazioni terapeutiche.

Utili per Dimagrire

La presenza di fibra alimentare rende i peperoni un alimento particolarmente indicato per le diete dimagranti. La loro assunzione infatti aumenta la sensazione di sazietà.

Diuretici

Potassio e carotene invece, conferiscono ai peperoni proprietà diuretiche.

Fanno Bene alla Memoria

Uno studio condotto presso l’Università dell’Illinois approfondisce le proprietà della luteolina, sostanza contenuta in questo ortaggio. Il composto è presente anche nei finocchi e nel sedano.

Il risultato suggerisce che la luteolina rallenta l’invecchiamento delle cellule del cervello. Come conseguenza si ha una migliorata condizione della memoria.

Salute Mentale

La buona quantità di vitamine presenti in questo ortaggio sono anche utili per il mantenimento della salute mentale. Secondo gli studi la buona presenza di vitamina B6 aumenta i livelli di serotonina e di norepinefrina, anche noti come ormoni della felicità. Alti livelli di questi ormoni infatti sono associati ad un miglioramento dell’umore, ad una maggiore concentrazione e ad alti livelli di energia.

Uno studio inglese ha dimostrato che una carenza di vitamina B6 contribuisce al deterioramento cognitivo tipico dell’età che può anche portare a patologie come l’Alzheimer ed il Parkinson.

Antitumorali

Sono stati pubblicati i risultati di alcuni studi che sostengono le proprietà antitumorali di alcune sostanze presenti nei peperoni. La notizia non sorprende vista l’alta percentuale di vitamina C contenuta in questi ortaggi.

Uno studio pubblicato nel 2009 sul Journal of Cancer, sostiene che una dieta a base di carotenoidi , beta-carotene in particolare, riduce il rischio di tumore e abbassa notevolmente gli effetti dei radicali liberi nell’organismo.

Uno studio americano suggerisce che per le prevenzione dei tumori è utile cuocere i peperoni al vapore.

Fanno Bene alla Vista

Contengono vitamina E, beta-carotene e luteina che sono composti antiossidanti con effetti benefici sugli occhi. Migliorano la vista al crepuscolo e prevengono patologie come la cataratta e la degenerazione maculare.

Luteina e zeaxantina, due carotenoidi presenti in buone quantità in questo ortaggio, possono migliorare la salute degli occhi. Questi composti devono però venir consumati in modo adeguato. A sostegno di questa proprietà dei peperoni si sono diversi studi che sono consultabili qui di seguito: 123

Vi sono inoltre numerosi studi che confermano che il consumo regolare di questi 2 composti riduce il rischio di cataratta e di degenerazione maculare. Entrambe le patologie sono tipiche dell’età avanzata.

A conferma di questo vi sono altri studi che sostengono che questi due composti proteggono la retina e la parete interna dell’occhio dallo stress ossidativo.

Artrite

Le persone con un più basso apporto di vitamina C hanno un rischio più alto di sviluppare l’artrite rispetto a chi ne assume di più. Questo è quanto hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Manchester, in Inghilterra. I peperoni hanno un alto contenuto di vitamina C e sono consigliati per la prevenzione di molte altre patologie.

Anemia

L’anemia è una patologia caratterizzata da una ridotta capacità del sangue di trasportare ossigeno. Una delle cause più comuni di questa patologia è la carenza di ferro. I peperoni non solo sono ricchi di ferro, ma hanno anche un alto contenuto di vitamina C. Secondo la ricerca scientifica la vitamina C aumenta l’assorbimento di ferro da parte dell’organismo.

Infatti l’assorbimento di ferro aumenta se questo è consumato insieme ad alimenti come la frutta o la verdura ricchi di vitamina C. (4)

Sistema Immunitario

Il buon contenuto di vitamina A è essenziale per il buon funzionamento del sistema immunitario. Uno studio sui bambini colombiani ha rilevato che il paese ha risparmiato 340 milioni di dollari con la sola somministrazione di vitamina A a 100 bambini che rischiavano la carenza.

In un altro studio invece la vitamina C ha dimostrato di potenziare il sistema immunitario in caso di forte stress.

Alcune Varietà di Peperoni

Come abbiamo visto le varietà di peperoni sono molte. Qui di seguito ne elenchiamo qualcuna di quelle attualmente coltivate in Italia:

Lungo di Nocera: con forma allungata e verde.

Peperone di Cuneo: con tipica forma quadrangolare.

Peperone di Capriglio: di colore rosso o giallo e con forma di cuore. 

Corno di bue: dal sapore dolce e dalla forma allungata.

Peperone di Senise: dolce, dalla forma anch’esso allungata, colore rosso.

Peperone di Pontecorvo: dolce, dalla polpa tenera e molto digeribile.

Anche se negli ultimi tempi la produzione è sensibilmente diminuita, l’Italia resta sempre uno dei maggiori produttori al mondo di peperoni.

Le principali regioni produttrici sono il Piemonte, la Sicilia, la Puglia e la Basilicata. A quest’ultima, per quanto riguarda la varietà di Carmagnola è stato assegnato il marchio Igp Indicazione Geografica Protetta.

Curiosità

Peperoni: proprietà e benefici

Le varietà dolci sono le più apprezzate dai consumatori. Quelle piccanti però contengono più vitamine delle altre.

Il peperone fu scoperto da Cristoforo Colombo ed arrivò in Europa, precisamente in Spagna, nel 1500; in seguito si diffuse anche in Italia.

Il peperone si cucina in svariati modi: crudo, cotto, fritto, cucinato alla griglia, ripieno, inserito in insalate varie, in pinzimonio, sott’olio, sott’aceto, essiccati ed altri modi ancora.

La capsaicina presente nei peperoni ha favorisce la produzione di succhi gastrici.

Per aumentare il grado di piccantezza di un peperone è sufficiente evitare di innaffiarlo nei tre giorni precedenti la raccolta.

Se si vuole beneficiare al massimo delle loro proprietà bisogna consumarli quando sono completamente maturi. Recenti studi hanno infatti evidenziato che il contenuto di carotenoidi e di vitamina C aumenta quando i peperoni giungono a maturazione.

Uno studio condotto in Turchia ha dimostrato che le alte temperature riducono la quantità della luteina presente nei peperoni. I ricercatori hanno scoperto che se cotti alla griglia, ad una temperatura di 150° per circa 7 minuti, perdono circa il 40 % del contenuto di luteolina. Meglio quindi utilizzare altri metodi di cottura che prevedono tempi di cottura minori e ad una temperatura più bassa.

La pianta del peperone segnala la mancanza d’acqua inclinando verso il basso le sue foglie.

I peperoni sono i vegetali che contengono in assoluto la più alta percentuale di vitamina C, molto di più che agrumi e mirtilli.

Forse non Tutti Sanno Che

Il nome latino del peperone capsicum deriva dalla parola capsa. Tradotta letteralmente significa scatola. Probabilmente questo si deve al fatto che la forma quadrangolare dei peperoni ricorda quella di una scatola.

La pianta dei peperoni può essere attaccata dai funghi o dagli afidi. Nel primo caso si interviene con prodotti a base di rame, mentre nel secondo si può utilizzare una soluzione con sapone di Marsiglia.

La coltivazione dei peperoni richiede molta acqua ma bisogna fare attenzione che questa non ristagni. Infatti potrebbe provocare la formazione di funghi che sono in grado di aggredire la pianta.

La pianta dei peperoni può raggiungere un’altezza di 80 cm, ha foglie verdi e chiare con fiori di color bianco. I suoi frutti sono inizialmente verdi e cambiano poi colore in base al grado di maturazione.

Peperoni: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 27/06/2018

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

305 Condivisioni
Close