Pesca: Proprietà e Benefici

Pesca

Sono molte le varietà di pesca ma quello che le accomuna è il loro sapore delizioso che si abbina ad importanti proprietà nutrizionali in grado di fornire benefici al nostro organismo. Vediamo quali


La pianta della pesca, nome scientifico Prunus persica, pare tragga le sue origini dalla Cina. In Cina infatti il pesco è coltivato da circa 5.000 anni ed rappresenta un simbolo di lunga vita ed immortalità.

Pesca: proprietà e benefici
Pesca: proprietà e benefici

Anche se si pensa che la pesca abbia origini in Cina, la sua storia evolutiva è in gran parte sconosciuta. Le prove più antiche che riguardano questo frutto sono registrazioni archeologiche cinesi risalenti a circa 8.000 anni fa.

I fossili ritrovati mostrano che la Cina è stata una regione critica per l‘evoluzione della pesca da molto prima della presenza umana, e ancor meno dell’agricoltura. (1)

Indice

L’albero è molto resistente ed è in grado di sopportare temperature che possono variare dai -18° ad  oltre i 40°.

La pesca, a seconda della zona di produzione, matura da metà maggio fino a settembre. Le principali nazioni produttrici di pesche sono Cina, Grecia, Turchia, Spagna e Italia. Tutte insieme rappresentano più del 70% della produzione mondiale.

Per quanto riguarda l’Italia le principali regioni produttrici di pesche sono l’Emilia Romagna, la Liguria, il Veneto, il Piemonte e la Campania. Il consumo  stimato in Italia corrisponde a circa 6,5 Kg per abitante.

Le pesche sono un alimento ad alto contenuto di antiossidanti che hanno proprietà antinfiammatorie e antimicotiche. Anche per questi motivi il regolare consumo di questo frutto offre importanti benefici alla salute. (2)

Composizione Chimica

Composizione Chimica per 100 gr di pesca
Acquag88,87
Proteineg0,91
Carboidratig9,54
Grassig0,25
Zuccherig8,39
Fibreg1,5
Cenerig0,43
Minerali
Calciomg6
Ramemg0,068
Fluoromg4
Ferromg0,25
Magnesiomg9
Manganesemg0,061
Fosforomg20
Potassiomg190
Seleniomg0,1
Zincomg0,17
Vitamine
Vitamina AIU326
Vitamina A, RAEmcg16
B1mg0,024
B2mg0,031
B3mg0,806
B5mg0,153
B6mg0,025
Vitamina Cmg6,6
Vitamina Emg0,73
Vitamina Jmg6,1
Vitamina Kmcg2,6
Beta Carotenemcg162
Luteina Zeaxantinamcg91
Folatimcg4

Fonte: Nutritionvalue

La pesca contiene zuccheri che sono facilmente assimilabili dal nostro organismo e molti acidi organici, tra cui l’acido tartarico, l’acido malico, l’acido clorogenico e l’acido citrico.

Calorie

100 grammi di polpa di pesca hanno una resa calorica pari a 39 kcal.

Pesca: Proprietà e Benefici

Fungo Candida

Secondo un recente studio tunisino questo frutto combatte ed elimina la crescita del fungo Candida. Questa proprietà secondo i ricercatori è da ricondurre alla combinazione di polifenoli, bioflavonoidi e tannini. (3)

Pesca: proprietà e benefici

Ricostituente e Depurativa 

La polpa della pesca ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti grazie alla presenza di calcio e potassio e all’abbondanza di zuccheri. La pesca è anche un frutto rimineralizzante, tonificante e ricostituente.

Radicali Liberi

Una delle proprietà più importanti di questo frutto è la grande quantità di antiossidanti presenti sia nella polpa che nella buccia. Gli studi hanno dimostrato che le proprietà di questi composti sono efficaci nel contrastare l’attività dei tanto temuti radicali liberi. (4)

I radicali liberi sono responsabile dell’insorgere di diverse patologie croniche, alcune anche gravi, come ad esempio i tumori e le malattie cardiache. La ricerca scientifica suggerisce che una dieta ricca di antiossidanti è la miglior difesa naturale contro i danni causati dai radicali liberi. Molti succhi estratti dai frutti freschi, compreso quello di pesca, sembra siano in grado di alleviare lo stress ossidativo già dopo 30 minuti la loro assunzione. (5)

Secondo la ricerca la maggior concentrazione di antiossidanti risiede nella buccia del frutto. Un composto antiossidante molto potente presente in questo frutto in alta percentuale è l’acido caffeico. Questa sostanza protegge l’organismo dall’aflatossina, una pericolosa muffa cancerogena che si può formare nel mais e nelle arachidi. (6)

Gli studi dimostrano che l’acido caffeico distrugge l’aflotossina riducendola fino al 95 %. Ci sono moltissime prove che collegano l’aflotossina ai tumori per cui il consumo di questi frutti è particolarmente consigliato. (7)

Secondo la ricerca più il frutto è maturo e più antiossidanti contiene. (8, 9)

Antitumorale

La pesca contiene composti fenolici e carotenoidi che possiedono proprietà antitumorali. Queste possono essere d’aiuto nella lotta a vari tipi di tumore come quello al seno, ai polmoni ed al colon.

Secondo uno studio del 2014 i polifenoli presenti nelle pesche e nelle prugne hanno inibito la crescita delle cellule nel tumore al seno. Nei pazienti con questa patologia i ricercatori consigliano di mangiare 2 o 3 pesche al giorno per avere gli stessi effetti benefici. (10)

In uno studio analogo i ricercatori hanno scoperto che questi polifenoli, oltre a bloccare la crescita delle cellule tumorali, le uccidono senza danneggiare le cellule sane. (11)

Secondo altri studi l’acido caffeico ha effetti benefici sul fibrocarcinoma, un tumore che si sviluppa nel tessuto connettivo fibroso. (12)

Uno studio giapponese ha invece scoperto che anche i composti presenti nei semi hanno proprietà antitumorali. Secondo i ricercatori le sostanze presenti nei semi riducono la crescita del papilloma sulla pelle. Inoltre questi composti impediscono al tumore benigno di trasformarsi in maligno. (13)

In ultimo, uno studio del 2012 condotto su animali suggerisce che l’assunzione della pelle di pesca protegge il fegato durante la chemioterapia con il cisplatino. Questo farmaco infatti ha un impatto molto pesante sul fegato e sulla sua salute. Negli esperimenti sui topi si è notato che la buccia, assunta insieme al farmaco, riduce in modo significativo i danni al fegato. (14)

Uno studio del 2013 su donne in menopausa ha scoperto che il consumo quotidiano di due pesche riduceva del 41 % il rischio di tumore al seno nell’arco di 24 anni. (15)

Sistema Immunitario

Mangiare una pesca al giorno significa fornire all’organismo circa il 15 % del fabbisogno giornaliero di vitamina C. Questa vitamina ha un ruolo molto importante nel difenderci dalle infezioni. È indispensabile per la fortificazione delle ossa ed è altrettanto importante per il trasporto e l’assorbimento del ferro nel sangue. La ricerca scientifica conferma che questa vitamina è utile per rinforzare il sistema immunitario. (16)

Pesche Italiane, Allo Sciroppo - 570 g

Guarda

Gli studi confermano che la vitamina A, di cui le pesche sono ricche, è un nutriente che aiuta a regolare il sistema immunitario. (17)

Altra vitamina presente nella pesca e non meno importante è il beta-carotene. Questo, una volta giunto nel nostro organismo si trasforma in vitamina A.

Sotto questa forma apporta benefici alle ossa, ai denti ed alla pelle. Svolge inoltre un’azione protettiva nei confronti degli attacchi imputabili ad agenti inquinanti.

Pressione Sanguigna

Molto utile anche l’abbondante presenza di potassio in grado di apportare, grazie alle sue proprietà, benefici all’equilibrio dei fluidi corporei. Inoltre aiuta a reintegrare l’eventuale perdita di sali minerali dovuta all’eccessiva sudorazione tipica del periodo estivo.

Il potassio ha proprietà vasodilatatrici in grado di rilassare le pareti dei vasi sanguigni. Permette così un maggior afflusso di sangue. I suoi effetti riducono lo stress del sistema cardiocircolatorio con effetti positivi sull’ipertensione.

Alcuni studi suggeriscono che la pesca non solo può ridurre i livelli di colesterolo e di trigliceridi, ma anche i valori della pressione arteriosa. (18)

Uno studio su ratti obesi ha inoltre rilevato che il succo di pesca può ridurre i livelli dell’ormone angiotensina responsabile dell’aumento della pressione. (19)

Colesterolo

Gli studi hanno dimostrato che i composti fenolici presenti nella buccia, insieme all’attività della fibra, riducono i livelli di colesterolo cattivo LDL. Aumentano inoltre la quantità di colesterolo buono HDL.

Secondo un recente studio i composti della pesca possono legarsi agli acidi biliari che contengono colesterolo e ne favoriscono l’espulsione tramite le feci. Questo meccanismo può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. (20)

Salute del Cuore

Uno studio ha esaminato gli effetti della sostituzione delle bevande zuccherate con succhi di frutta freschi e naturali ad alto contenuto di polifenoli. I risultati hanno hanno evidenziato un impatto significativo sui fattori di rischio delle malattie cardiovascolari. (21)

Altre notizie positive sotto questo profilo arrivano da uno studio condotto in Cina nel 2013. I ricercatori hanno testato l’effetto di un maggior consumo di bioflavonoidi della frutta, pesche comprese, su 1.300 persone. I risultati hanno mostrato un netto miglioramento dei profili lipidici, specialmente nelle donne. Questo ha come conseguenza un miglioramento non trascurabile dei profili di rischio per le malattie cardiache testati nel sangue come ad esempio i livelli di colesterolo. (22)

Proteggono gli Occhi

La pesca contiene diversi composti con proprietà utili alla salute degli occhi. Alcuni studi hanno dimostrato che luteina e zeaxantina offrono protezione nei confronti della cataratta.

Allo stesso tempo protegge gli occhi dalla degenerazione maculare, una patologia che si manifesta in età avanzata. La vitamina A ed il beta-carotene prevengono patologie legate agli occhi come la xeroftalmia e la cecità al crepuscolo.

Proprietà Digestive

La pesca è una buona fonte di fibra alimentare che è in grado di assorbire l’acqua e prevenire vari disturbi come stitichezza, emorroidi e gastrite. La fibra è d’aiuto nella pulizia dell’intestino e nell’aumentare la motilità intestinale con benefici per il processo digestivo.

Secondo uno studio del 2012 l’estratto di fiori di pesco ha effetti benefici sulla funzione motoria intestinale mantenendone il ritmo corretto. Questa proprietà ha effetti preventivi sulla diarrea e sulla costipazione. (23)

Si pensi che un frutto di medie dimensioni fornisce circa 2 grammi di fibra, metà è composto da fibra solubile e l’altra metà da fibra insolubile. (24) La fibra insolubile aggiunge volume alle feci e aiuta a spostare il cibo attraverso l’intestino, riducendo il rischio di costipazione. (25)

Secondo al ricerca gli acidi grassi a catena corta nell’intestino possono aiutare a ridurre l’infiammazione e a migliorare i sintomi dei disturbi digestivi come il morbo di Crohn. (26, 27)

Infiammazione

Come risaputo l’infiammazione cronica è alla base della maggior parte delle malattie. È quindi utile che la pesca, così come altri frutti, ha anche proprietà antinfiammatorie. Secondo recenti studi non sono solo la polpa e la buccia ad avere effetti antinfiammatori ma anche i semi.

Dai risultati ottenuti l’estratto dei semi di pesca ha proprietà antinfiammatorie in grado di contrastare la morte cellulare dovuta appunto all’infiammazione. (28)

Per saperne di più sui semi: Pesche e presunta pericolosità dei semi

Benefici alla Pelle

Alcuni studi in provetta mostrano che alcuni composti presenti nella pesca possono migliorare la capacità della pelle di trattenere l’umidità. In questo modo si ha un miglioramento della struttura della pelle. (29)

Secondo altre ricerche, sia i fiori che la polpa di pesca applicati direttamente sulla pelle, possono aiutare a prevenire i danni causati dai raggi UV. (30, 31)

Le Varietà di Pesca

Possiamo dividere le pesche in 3 categorie principali.

La pesca comune, caratterizzata da una buccia sottile e vellutata, fornita di sottilissima peluria e che può avere la polpa bianca o gialla.

La pesca noce o netarina è caratterizzata invece da una buccia liscia e la polpa è generalmente gialla e più soda.

Esiste infine una categoria di pesche che non viene commercializzata al dettaglio. Questa si presta molto ad essere trasformata in succhi di frutta. Il suo nome è pesca percoche ed ha una polpa molto consistente che si mantiene tale per lungo tempo. È quindi l’ideale per l’industria conserviera.

Controindicazioni

La pesca non presenta particolari controindicazioni, l’unica attenzione che può essere menzionata è quella di non esagerare con il consumo. Essendo le pesche molto ricche di acqua tendono a gonfiare lo stomaco.

È quindi sconsigliabile bere molta acqua dopo il loro consumo poiché si potrebbe andare incontro ad una indigestione.

Secondo uno studio sud coreano le pesche dovrebbero essere consumate durante il giorno. I ricercatori infatti suggeriscono che esiste una relazione tra il consumo notturno di pesche e l’aumento di peso. (32)

In ultimo bisogna anche tenere conto del fattore allergia. In questi casi però si tratta di solito di una reazione allergica lieve che scompare non consumando più il frutto. (33)

Curiosità

Uno studio condotto in Korea ha dimostrato che il succo di pesche fresche ha dimostrato attività antiossidante dopo 30 minuti dalla sua assunzione. (34)

Pesche: proprietà e benefici

In Italia la coltivazione della pesca cominciò nel I° secolo avanti Cristo. Proveniva dalla Persia dove era già conosciuta nel IV° secolo a. C. e da cui prese il nome Prunus persica.

Ancora oggi in molti dialetti si fa appunto riferimento a questo nome che ne richiama la provenienza. In dialetto romagnolo troviamo persag, in quello piemontese abbiamo pèrsi. In alcune zone della bassa lombarda non è difficile sentire chiamare le pesche col nome pèrsig.

Come scritto in precedenza in Cina la pesca è simbolo di vita eterna. In alcune tombe cinesi infatti, troviamo ciotole contenenti pesche poste in prossimità del defunto come segno di buon auspicio.

Ad una temperature che si aggira attorno a zero gradi è possibile conservare le pesche per un paio di settimane circa.

Forse Non Tutti Sanno Che

In caso si acquistassero pesche ancora acerbe è possibile farle maturare in ambiente casalingo. Vanno riposte in un sacchetto di carta e lasciate per un paio di giorni, massimo 3, a temperatura ambiente. La carta, a differenza della plastica, è in grado di mantenere il giusto tasso di umidità idoneo alla loro maturazione.

Essendo la pesca un frutto facilmente digeribile la sua assunzione è particolarmente indicata alle donne in gravidanza. Anche a tutte le persone interessate da patologie intestinali.

La pesca è molto utilizzata anche in campo cosmetico. Si usa per la preparazione di maschere di bellezza e per lozioni per la cura della pelle.

Pesca: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Back to top button