Home / Pesca: Proprietà e Benefici

Pesca: Proprietà e Benefici

Pesca: Proprietà e Benefici

La pianta della pesca, nome scientifico Prunus persica,  trae le sue origini dalla Cina. In Cina infatti il pesco è coltivato da circa 5.000 anni ed rappresenta un simbolo di lunga vita ed immortalità.

Pesca: proprietà e benefici
Pesca: proprietà e benefici

L’albero è molto resistente ed è in grado di sopportare temperature che possono variare dai -18° ad  oltre i 40°.

La maturazione delle pesche, a seconda della zona di produzione, avviene da metà maggio fino a settembre. Le principali nazioni produttrici di pesche sono Cina, Grecia, Turchia, Spagna e Italia. Tutte insieme rappresentano più del 70% della produzione mondiale.

Per quanto riguarda l’Italia le principali regioni produttrici di pesche sono l’Emilia Romagna, la Liguria, il Veneto, il Piemonte e la Campania. Il consumo  stimato in Italia corrisponde a circa 6,5 Kg per abitante.

Composizione Chimica

Il frutto della pesca è composto per il 90% da acqua, lo 0,8 % di proteine, lo 0,2 % di grassi, il 7,8 % di zuccheri, il 2,7 % di fibre alimentari e lo 0,4 % di ceneri.

I mineralipotassio; sodio, ferro, calcio,  fosforo, magnesio, zinco, fluoro, rame, manganese e selenio.

Le vitamine: vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e J. La pesca contiene inoltre folati, beta-carotene, criptoxantina-beta, luteina e zeaxantina.

La pesca contiene zuccheri che sono facilmente assimilabili dal nostro organismo e molti acidi organici, tra cui l’acido tartarico, l’acido malico, l’acido clorogenico e l’acido citrico.

Pesca: Proprietà e Benefici

Pesca: proprietà e benefici
Pesca: proprietà e benefici

Ricostituente e Depurativa

La polpa della pesca ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti. Queste si devono alla presenza di calcio e potassio e l’abbondanza di zuccheri la pesca è anche un frutto rimineralizzante, tonificante e ricostituente.

Radicali Liberi

La polpa e la buccia della pesca hanno un buon contenuto di composti antiossidanti. Le vitamine, il beta-carotene, la criptoxantina, luteina e zeaxantina funzionano come spazzini nei confronti dei radicali liberi.

Le loro proprietà aiutano così l’organismo a prevenire diverse patologie come le malattie cardiovascolari ed alcuni tipi di tumore.

Antitumorale

La pesca contiene composti fenolici e carotenoidi che possiedono proprietà antitumorali. Queste possono essere d’aiuto nella lotta a vari tipi di tumore come quello al seno, ai polmoni ed al colon.

Recenti studi suggeriscono che l’acido clorogenico presente nella pesca sia in grado di inibire la crescita di cellule tumorali. Il beta-carotene invece sembra avere un effetto protettivo nei confronti del tumore ai polmoni.

Sistema Immunitario

Mangiare una pesca al giorno significa fornire all’organismo circa il 15 % del fabbisogno giornaliero di vitamina C. Questa vitamina ha un ruolo molto importante nel difenderci dalle infezioni. È indispensabile per la fortificazione delle ossa ed è altrettanto importante per il trasporto e l’assorbimento del ferro nel sangue.

Pesche sciroppate

Altra vitamina presente nella pesca e non meno importante è il beta-carotene. Questo, una volta giunto nel nostro organismo si trasforma in vitamina A.

Sotto questa forma apporta benefici alle ossa, ai denti ed alla pelle. Svolge inoltre un’azione protettiva nei confronti degli attacchi imputabili ad agenti inquinanti.

Pressione Sanguigna

Molto utile anche l’abbondante presenza di potassio in grado di apportare, grazie alle sue proprietà, benefici all’equilibrio dei fluidi corporei. Inoltre aiuta a reintegrare l’eventuale perdita di sali minerali dovuta all’eccessiva sudorazione tipica del periodo estivo.

Il potassio ha proprietà vasodilatatrici in grado di rilassare le pareti dei vasi sanguigni. Permette così un maggior afflusso di sangue. I suoi effetti riducono lo stress del sistema cardiocircolatorio con effetti positivi sull’ipertensione.

Proteggono gli Occhi

Le pesche contengono diversi composti con proprietà utili alla salute degli occhi. Alcuni studi hanno dimostrato che luteina e zeaxantina offrono protezione nei confronti della cataratta.

Allo stesso tempo proteggono gli occhi dalla degenerazione maculare, una patologia che si manifesta in età avanzata. La vitamina A ed il beta-carotene prevengono patologie legate agli occhi come la xeroftalmia e la cecità al crepuscolo.

Proprietà Digestive

La pesca è una buona fonte di fibra alimentare che è in grado di assorbire l’acqua e prevenire vari disturbi come stitichezza, emorroidi e gastrite. La fibra è d’aiuto nella pulizia dell’intestino e nell’aumentare la motilità intestinale con benefici per il processo digestivo.

Colesterolo

Gli studi hanno dimostrato che i composti fenolici presenti nella buccia, insieme all’attività della fibra, riducono i livelli di colesterolo cattivo LDL. Aumentano inoltre la quantità di colesterolo buono HDL.

Le Varietà di Pesca

Possiamo dividere le pesche in 3 categorie principali.

La pesca comune, caratterizzata da una buccia sottile e vellutata, fornita di sottilissima peluria e che può avere la polpa bianca o gialla.

La pesca noce o netarina è caratterizzata invece da una buccia liscia e la polpa è generalmente gialla e più soda.

Esiste infine una categoria di pesche che non viene commercializzata al dettaglio. Questa si presta molto ad essere trasformata in succhi di frutta. Il suo nome è pesca percoche ed ha una polpa molto consistente che si mantiene tale per lungo tempo. È quindi l’ideale per l’industria conserviera.

Calorie

100 grammi di polpa di pesca hanno una resa calorica pari a 39 calorie.

Controindicazioni

La pesca non presenta particolari controindicazioni, l’unica attenzione che può essere menzionata è quella di non esagerare con il consumo. Essendo le pesche molto ricche di acqua tendono a gonfiare lo stomaco.

È quindi sconsigliabile bere molta acqua dopo il loro consumo poiché si potrebbe andare incontro ad una indigestione.

Curiosità

Pesche: proprietà e benefici
Pesche: proprietà e benefici

In Italia la coltivazione della pesca cominciò nel I° secolo avanti Cristo. Proveniva dalla Persia dove era già conosciuta nel IV° secolo a. C. e da cui prese il nome Prunus persica.

Ancora oggi in molti dialetti si fa appunto riferimento a questo nome che ne richiama la provenienza. In dialetto romagnolo troviamo persag, in quello piemontese abbiamo pèrsi. In alcune zone della bassa lombarda non è difficile sentire chiamare le pesche col nome pèrsig.

Come scritto in precedenza in Cina la pesca è simbolo di vita eterna. In alcune tombe cinesi infatti, troviamo ciotole contenenti pesche poste in prossimità del defunto come segno di buon auspicio.

Ad una temperature che si aggira attorno a zero gradi è possibile conservare le pesche per un paio di settimane circa.

Forse Non Sapevi Che

In caso si acquistassero pesche ancora acerbe è possibile farle maturare in ambiente casalingo. Vanno riposte in un sacchetto di carta e lasciate per un paio di giorni, massimo 3, a temperatura ambiente. La carta, a differenza della plastica, è in grado di mantenere il giusto tasso di umidità idoneo alla loro maturazione.

Essendo la pesca un frutto facilmente digeribile la sua assunzione è particolarmente indicata alle donne in gravidanza. Anche a tutte le persone interessate da patologie intestinali.

La pesca è molto utilizzata anche in campo cosmetico. Si usa per la preparazione di maschere di bellezza e per lozioni per la cura della pelle.

Pesca: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 28/02/2017

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.