Home / Piante carnivore

Piante carnivore

Piante Carnivore, Cura e Coltivazione

Le piante carnivore, sotto certi aspetti, sono piante estremamente affascinanti che hanno saputo adattarsi a terreni poveri di sostanze nutritive, in particolar modo di azoto, fosforo e potassio, integrando la loro “dieta” con proteine animali che ricavano dalla digestione di insetti e piccoli animali come ad esempio topi e ranocchi.

Esistono molte specie di piante carnivore, più di 500. Le piante carnivore utilizzano generalmente delle trappole naturali costituite dalle loro foglie con forme e funzioni particolari, atte a catturare e a digerire insetti ed animali di piccole dimensioni.

Le piante utilizzano diversi tipi di trappola per catturare le loro prede; alcune utilizzano foglie simili a contenitori dotati di un coperchio che si chiude trattenendo così la preda al suo interno. Queste foglie a forma di contenitore contengono al loro interno degli enzimi digestivi che permettono alla pianta carnivora di digerire gli insetti catturati.

Altri tipi di piante carnivore utilizzano una sorta di meccanismo con chiusura a scatto delle proprie foglie. Una volta che i sensori della pianta rilevano la presenza di un insetto o di un piccolo animale, le foglie si chiudono improvvisamente ed intrappolano la preda al loro interno. In seguito la pianta carnivora produce degli enzimi digestivi che le permetteranno di metabolizzare quanto catturato.

Dionaea muscipula, cura e coltivazione
Dionaea muscipula, cura e coltivazione

Un altro metodo utilizzato dalle piante carnivore per intrappolare le prede è quello che utilizza una sostanza collosa prodotta dalle foglie per immobilizzare gli insetti. Altre specie di piante invece, utilizzano ingegnosi sistemi che spingono le prede in modo forzato, o le risucchiano, nel loro apparato digerente.

Piante Carnivore Cura e Coltivazione

Sebbene in natura le piante carnivore crescono e si sviluppano in zone geografiche con clima caldo ed umido, con particolari cure ed attenzioni, è possibile coltivarle anche a casa propria.

Negli ultimi tempi, grazie all’aspetto particolare ad alla loro curiosa funzione “acchiappa insetti”, molte persone si sono appassionate alla coltivazione delle piante carnivore; infatti non è raro trovare in vendita questo tipo di piante o i loro semi, anche nei supermercati e gli ipermercati.

In questa pagina proponiamo l’approfondimento, per quanto riguarda la cura e la coltivazione, dei tipi di piante carnivore più curiose e più diffuse.

PIANTE CARNIVORE

Dionaea muscipula
Dionaea muscipula, cura e coltivazione
Dionaea muscipula, cura e coltivazione

La Dionaea muscipula, anche nota come “Venere acchiappamosche”, è una delle piante carnivore più facilmente reperibili in commercio nel nostro Paese. La Dionaea può essere propagata sia per talea che per seme.

Nepenthes ventrata
Nepenthes Ventrata: Cura e Coltivazione
Nepenthes Ventrata: Coltivazione

La pianta carnivora del Nepenthes è di tipo rampicante, le sue trappole sono costituite da una sorta di contenitore ( ascidio ) contenente un liquido in cui le prede vengono annegate e digerite.

Sarracenia
Sarracenia, cura e coltivazione
Sarracenia, cura e coltivazione

La pianta carnivora Sarracenia è un’erbacea a carattere perenne originaria degli Stati Uniti; le trappole sono costituite da grosse foglie che formano una sorta di tubi verticali alla cui sommità è presente un opercolo.

Drosera
Drosera, cura e coltivazione
Drosera, cura e coltivazione

La Drosera è una pianta carnivora appartenente alla famiglia delle Droseraceae; la Drosera utilizza una sostanza viscosa prodotta da apposite ghiandole per catturare le sue prede.

Darlingtonia californica

Piante carnivore - Cura e coltivazione

La Darlingtonia è una pianta carnivora che si nutre di insetti che attira tramite la secrezione di nettare; a causa della sua forma particolare è anche chiamata col nome di Pianta cobra.

Pinguicola
Pinguicula, cura e coltivazione
Pinguicula, cura e coltivazione

Il genere Pinguicola conta diverse specie della quali quasi tutte sono a carattere perenne; questa pianta carnivora cattura e digerisce le sue prede per mezzo di una sostanza collosa presente sulle foglie.

Piante Carnivore – Cura e coltivazione