Porri: Proprietà e Benefici

Porri

I porri appartengono alla stessa famiglia dell’aglio e delle cipolle, per questo motivo la pianta possiede buona proprietà terapeutiche che la rendono un alimento benefico per la salute


Quella dei porri è una pianta a carattere biennale appartenente alla famiglia delle Liliaceae. Le specie più diffuse e consumate di questa pianta sono l’Allium porrum e l’Allium ampeloprasum. Il porro è un ortaggio la cui coltivazione è diffusa in gran parte del mondo (Asia, Europa e America).

Le proprietà terapeutiche dei porri erano note già dai tempi antichi. Egizi e romani ritenevano che avessero proprietà benefiche nei confronti della gola e del sonno.

Porri: proprietà e benefici
Porri: proprietà e benefici

In Italia sono coltivati in tutte le regioni, il periodo giusto per consumarli dovrebbe essere quello autunnale/invernale.

La parte che normalmente si mangia è quella bianca finale, mentre quella verde viene di solito scartata.

I porri, in termine di gusto, hanno qualcosa in comune con l’aglio e la cipolla. Il loro sapore però è più delicato per cui, spesso, in molte ricette, si preferiscono i porri al posto di aglio e cipolle.

I porri (Allium porrum) sono un ortaggio molto usato in Italia ed anche in Bulgaria, la pianta è caratteristica per l’alto contenuto di componenti bioattivi. (1) Le piante appartenenti al genere Allium vengono consumate come verdure, erbe medicinali e condimenti.

Sono considerate ricche fonti di metaboliti secondari, inclusi acidi fenolici e flavonoidi. Per questi motivi hanno significativi benefici per la salute. (2, 3, 4)

Precedenti studi hanno dimostrato che il kaempferol è il principale flavonoide presente in questo vegetale. (5)

La moderna ricerca epidemiologica documenta una moltitudine di benefici per la salute delle piante appartenenti al genere Allium. Tra queste ci sono le proprietà anti-asma, antisettiche, diuretiche, antibatteriche, antiossidanti, antifungine e la riduzione del rischio di malattie gastrointestinali. (6, 7, 8)

I porri hanno un sapore delicato, simile alla cipolla. Allo stato grezzo, la verdura è croccante e soda. La parte commestibile della pianta è rappresentata dalla parte chiara delle foglie (quella sopra le radici).

Normalmente la parte verde scuro viene scartata perché ha una consistenza dura e fibrosa. Può però essere saltata o più comunemente aggiunta al brodo per aggiungere sapore.

Composizione Chimica

Composizione Chimica per 100 gr di porri crudi
Acqua g 83
Proteine g 1,50
Carboidrati g 15,15
Zuccheri g 3,90
Grassi g 0,30
Fibre g 1,80
Ceneri g 1,05
Minerali
Calcio mg 59
Rame mg 0,120
Ferro 2,10
Magnesio mg 28
Manganese mg 0,481
Fosforo mg 35
Potassio mg 180
Selenio mcg 1
Sodio mg 20
Zinco mg 0,12
Vitamine
Vitamina A IU 1667
Vitamina A, RAE mcg 83
B1 mg 0,060
B2 mg 0,030
B3 mg 0,400
B5 mg 0,140
B6 mg 0,233
Vitamina C mg 12
Vitamina E mg 0,92
Vitamina J mg 9,5
Vitamina K mcg 47
Beta Carotene mcg 1000
Luteina Zeaxantina mcg 1900
Folato mcg 64

Fonte: Nutritionvalue

Aminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, leucina, fenilalanina, istidina, isoleucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

I porri sono anche ricchi di allicina, lo stesso composto responsabile di molti benefici per la salute dell’aglio. (9)

Per conservare invariate le proprietà ed i benefici delle sostanze contenute, i porri andrebbero consumati crudi. Purtroppo molte delle ricette che li contengono ne prevedono la cottura.

Calorie

100 grammi di porri hanno una resa calorica di 61 kcal.

Porri: Proprietà e Benefici

Aiutano a Dimagrire

Sono innanzitutto un alimento poco calorico ma dal buon effetto saziante. Grazie alla buona quantità di fibre che contengono apportano benefici in caso di obesità.

Gli studi supportano il ruolo delle fibre alimentari nel migliorare la salute metabolica. Un maggiore apporto di fibre è associato ad un maggior senso di sazietà e ad un ridotto apporto di energia. Per tali motivi i porri possono essere importanti nella gestione dell’obesità. (10, 11, 12, 13)

Uno studio dell’Università del Minnesota suggerisce che l’aggiunta di fibre nelle diete dimagranti dovrebbe essere considerata come uno strumento per migliorarne il successo. (14)

Uno studio dell’Howard University College of Medicine sostiene che una dieta ricca di fibre è utile nel trattamento dell’obesità e riduce i livelli di colesterolo LDL.. (15)

Antibatterici

È un antibiotico naturale, questa proprietà si deve all’allicina che apporta benefici anche in caso di reumatismi ed artrite.

Uno studio israeliano ha scoperto che l’allicina, uno dei principi attivi presenti nei porri, ha proprietà antibatteriche contro una vasta gamma di batteri. Tra questi sono inclusi i ceppi enterotossicogeni resistenti di Escherichia coli.

L’allicina ha rivelato anche proprietà antifungine, in particolare la sua attività si è rivelata efficace nei confronti della Candida albicans. (16)

Riducono i Trigliceridi

Una dieta ricca di grassi aumenta i lipidi nel sangue  e nel fegato rispetto alla dieta normale. L’aggiunta di porri ad una dieta ricca di grassi, secondo i ricercatori, è in grado di ridurre i livelli di trigliceridi nel fegato. (17)

Disintossicanti

Il porro contiene molto potassio (300 mg per 100 gr di porro) e poco sodio. Questo aumenta la secrezione dei liquidi nel corpo e l’eliminazione delle sostanze tossiche attraverso i reni. Per questa loro proprietà disintossicante, i porri sono consigliati per chi soffre di  malattie renali e per apportare benefici in caso di gonfiori.

Porri: proprietà e benefici

Salute del Cuore

Numerosi studi collegano i vegetali del genere Allium ad un minor rischio di malattie cardiache ed ictus. (18)

Secondo uno studio del 2014 i porri contengono composti benefici che riducendo l’infiammazione, proteggono la salute del cuore. (19)

Uno di questi composti è il kaempferol. Secondo gli studi gli alimenti ricchi di questo composto sono associati ad un minor rischio di attacchi di cuore e di morte per eventi cardiaci. (20)

Inoltre, come visto in precedenza, i porri sono ricchi di allicina e di altri composti solfurei. Questi possono giovare alla salute del cuore riducendo il colesterolo, la pressione sanguigna e la formazione di coaguli di sangue. (21, 22)

Afrodisiaci

Una loro proprietà che era conosciuta già dagli antichi romani (il poeta Marziale ne decantava le lodi) e che si è mantenuta viva fino ad oggi, è quella afrodisiaca.

Tumori

Ci sono diversi studi che suggeriscono che il kaempferol presente nei porri è associato ad un minor rischio di tumori. I ricercatori sostengono che questo composto può contrastare i tumori riducendo l’infiammazione, uccidendo le cellule tumorali ed impedendone la diffusione. (23, 24)

Le proprietà antitumorali sono anche attribuite all’allicina, un composto  solfureo che come abbiamo visto è particolarmente abbondante nei porri. (25)

Uno studio condotto su esseri umani ha dimostrato che chi consuma regolarmente vegetali del genere Allium, ha un rischio ridotto fino al 46 % di avere un tumore gastrico. Tale percentuale è da considerarsi in relazione a chi mangia raramente queste verdure.(26)

Mangiare regolarmente vegetali del genere Allium è anche ritenuto preventivo nei confronti del tumore al colon. (27, 28)

Digestione

Grazie al loro buon contenuto di fibra alimentare i porri possono favorire il processo digestivo e mantenere sano l’intestino. (29) I prebiotici presenti nei porri producono acidi grassi a catena corta che possono ridurre l’infiammazione e promuovere la salute dell’intestino. (30)

I Porri in Cucina

Come abbiamo già scritto, per l’ uso alimentare si utilizza la parte bianca finale. Invece di eliminare la parte verde che contiene molta vitamina C, la si può utilizzare per la preparazione di salse, zuppe ed anche sformati.

Il porro può essere usato come sostituto della cipolla in tutti quei piatti che ne prevedono l’uso. Il risultato è un aroma più delicato.

Per questo motivo i porri si possono utilizzare per la preparazione di piatti delicati e raffinati. I suoi utilizzi in cucina sono davvero tanti.

Dalla preparazione di insalate al pinzimonio, al condimento della pasta. Dall’aromatizzazione di carne e pesce, fino all’utilizzo per il soffritto.

Curiosità

Porro: proprietà e beneficiCome riportato da Wikipedia pare che l’imperatore Nerone consumasse grandi quantità di porri conditi con olio per schiarirsi la voce. Per questo motivo fu soprannominato porrofago.

Se conservato in frigorifero, questo ortaggio ha una durata molto lunga.

Abruzzo, Marche e Liguria sono le regioni italiane dove si registra la maggior produzione di porri.

Le varietà maggiormente diffuse ed utilizzate sono l’Eskimo, il Porro di Liegi, il Gigante d’Inverno, il Porro d’Italia ed il Porro grossissimo di Rouen.

Ippocrate ne consigliava il consumo alle donne per aumentare la produzione di latte in maternità.

Questo ortaggio è soggetto agli attacchi degli stessi insetti che danneggiano aglio e cipolle.

Nel Medioevo gli erboristi, che sarebbero poi i farmacisti di oggi, consigliavano l’assunzione di porri per curare i polmoni e le vie respiratorie.

In Inghilterra e nel Galles i porri furono introdotti grazie all’esercito romano. Proprio nel Galles il porro ebbe un particolare successo, tanto che fu adottato come simbolo nazionale.

Il porro che viene normalmente coltivato deriva dal porro selvatico, detto anche porraccio.

Il porro persiano (Allium ampeloprasum) è uno degli alimenti vegetali più diffusi tra gli iraniani.

Porri: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Back to top button