Home / Puntura di Zecca

Puntura di Zecca

Puntura di Zecca: Cosa Fare

La  puntura di zecca, anche se indolore, può trasmettere nel sangue dell’ospite alcuni microrganismi. Questi sono in grado di provocare pericolose malattie infettive. Queste se non riconosciute in tempo, in alcuni casi possono avere esiti anche fatali.

Puntura di zecca

Ma cosa sono le zecche? La zecca è un acaro che appartiene alla classe degli Aracnidi. È un parassita che si nutre di sangue a danno dei vertebrati, umani ed animali, le sue dimensioni sono molto piccole, nell’ordine di pochi millimetri.

Tipi di Zecca

In Italia la puntura di zecca è da ricondurre a 2 tipi di zecche. Quelle molli (Argasidae) e le zecche dure (Ixodidae). Quelle dure sono caratterizzate dalla presenza sul dorso di una sorta di scudo di chitina mentre le zecche molli ne sono sprovviste.

La Puntura di Zecca

La puntura di zecca o morso di zecca di per se non è pericoloso per l’uomo. Il pericolo nasce invece dagli agenti infettivi che le zecche possono trasmettere al sangue degli organismi ospiti.

Puntura di zecca
Puntura di zecca

Per portare a termine il suo ciclo di riproduzione la zecca ha bisogno di nutrirsi di sangue. A seconda del tipo si zecca il pasto può durare da alcune ore a parecchi giorni. Durante questo periodo la zecca rimane attaccata al suo ospite.

In Italia il periodo in cui è possibile subire una puntura di zecca è quello che va dalla fine della primavera all’inizio dell’autunno.

Malattie Trasmesse dalle Zecche

La puntura di zecca può veicolare nel nostro organismo queste malattie:

Malattia di Lyme o Borreliosi di Lyme: la malattia prende il nome dalla cittadina americana in cui si è verificato il primo caso. I sintomi si manifestano con una macchia rossa sulla pelle che diventa lentamente sempre più grossa.

A questa fanno seguito disturbi a livello neurologico, mal di testa, disturbi del sonno, artrite e molti altri. I sintomi possono durare mesi e verificarsi ad intermittenza per poi diventare cronici.

Rickettsiosi: la puntura di una zecca infetta ha un periodo di incubazione che va dai 5 ai 7 giorni. Questa malattia si manifesta con febbre, mal di testa ed in seguito la comparsa di macchie rosse leggermente in rilievo. Si cura con antibiotici.

Febbre da zecche: la malattia si presenta con sintomi simili a quelli dell’influenza. Dalla puntura di zecca possono trascorrere dai 5 ai 14 giorni prima che si manifesti.

Encefalite da zecca: nella maggior parte dei casi, dopo la puntura di zecca, la malattia si manifesta con sintomi leggeri e può passare quasi inosservata. In altri casi si presenta con febbre alta e mal di testa che però poi passano senza conseguenze. Solo in pochissimi casi la malattia può provocare disturbi al sistema nervoso centrale con gravi conseguenze.

Ehrlichiosi: la malattia, dopo la puntura di zecca ha un periodo di incubazione che va da 1 a 3 settimane. I sintomi sono simili a quelli dell’influenza e nella maggior parte dei casi, specie nei bambini, la malattia si risolve da sola senza conseguenze. Negli adulti e negli anziani invece può avere complicazioni anche gravi che riguardano i reni e la circolazione sanguigna.
Non tutte le zecche sono infette, solo una piccola parte e la maggior parte di queste malattie, se diagnosticate in tempo, si risolvono positivamente.
Spray anti acaro

Puntura di Zecca – Cosa fare

Quando si ha a che fare con una puntura di zecca la prima cosa da fare è rimuovere la zecca. Per farlo dobbiamo utilizzare una pinzetta ed afferrarla delicatamente nella parte il più vicino possibile alla pelle. Dobbiamo fare in modo da estrarla completamente, testa compresa.

Durante l’estrazione bisogna fare attenzione. Non bisogna schiacciare il corpo della zecca per evitare che questa, con un rigurgito, inietti nel sangue gli eventuali agenti patogeni presenti nel suo organismo. Le zecche, per rimanere ancorate alla pelle delle loro prede parassitate, utilizzano una sorta di uncino chiamato comunemente rostro.

Durante l’estrazione della zecca bisogna fare attenzione a non spezzarlo. Ve ne potete accorgere se dopo aver estratto la zecca dalla pelle notate ancora un puntino scuro al centro della puntura. In questo caso potete estrarlo servendovi di un ago precedentemente sterilizzato.

Se non avete a disposizione una pinzetta per estrarre la zecca potete utilizzare anche un filo di nylon. Dovete avvolgerlo con delicatezza attorno alla parte più vicina alla testa della zecca. Poi tirate sempre con delicatezza in modo da evitare problemi.

Una volta che la zecca è stata completamente estratta dalla pelle, bisogna disinfettare la puntura con acqua ossigenata.

In commercio esistono delle apposite penne munite di un laccio che vengono utilizzate per rimuovere le zecche in modo molto efficace. In questo modo si riduce al minimo il rischio di rigurgito da parte del piccolo parassita.

Habitat della Zecca

La zecca vive con preferenza in ambienti ricchi di vegetazione. Questi sono caratterizzati dalla presenza di animali a cui attaccarsi per prelevare il sangue necessario alla loro riproduzione.

Le zecche non sono in grado né di volare né di saltare, per cui restano aggrappate alla vegetazione fino a quando un animale o un uomo passa nelle loro vicinanze.

A questo punto, grazie alla loro testa munita di uncino (rostro) si attaccano alla loro preda. Per mezzo di una puntura cominciano a nutrirsi del sangue del loro ospite. Terminato il loro ciclo normalmente, se non vengono estratte prima, le zecche si staccano da sole.

Puntura di zecca

Puntura di Zecca, Come Evitarla

Per evitare di venire morsi da una zecca è consigliabile adottare alcuni accorgimenti quando ci si reca in luoghi a rischio. Meglio coprire con indumenti adatti caviglie, gambe e braccia. Meglio se gli indumenti sono di colore chiaro in modo di rilevare con più facilità la presenza di ospiti indesiderati.

Se portate con voi animali domestici prendete le dovute precauzioni utilizzando appositi prodotti anti acaro.

Quando rientrate controllate bene gli indumenti prima di entrare in casa, se è il caso sbatteteli per bene all’aperto.

In ultimo controllate minuziosamente il vostro corpo ed il cuoio capelluto per verificare la presenza o meno di zecche.

Per ulteriori informazioni sulla zecca potete visionare questa pagina.

Puntura di zecca

AVVERTENZA:

Le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.