Home / Recensioni Libri – Leggi le Opinioni e le Valutazioni di Mr.Loto / L’amore ai Tempi del Colera – Recensione

L’amore ai Tempi del Colera – Recensione

L’Amore ai Tempi del Colera – Recensione libro

L’amore ai tempi del Colera

di Gabriel García Márquez

L'amore ai tempi del colera - Recensione libro
L’amore ai tempi del colera

 

Titolo originale :”El amor en los tiempos del colera

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 1985

Editore: Mondadori

Traduzione di Angelo Morino

Recensione libro: Ottimo

Trama

Dopo cinquantun anni, nove mesi e quattro giorni  dal loro primo incontro, Fiorentino Ariza è innamorato della più bella ragazza dei Caraibi, Fermina Daza. Il suo amore e la speranza di vederlo trionfare non hanno mai vacillato, ne davanti all’ira del padre di lei ne di fronte al matrimonio d’amore di Fermina con il dottor Urbino. Un sentimento eterno ed incontrollabile che porterà i protagonisti ad una conclusione inattesa.

In questo libro Gabriel García Márquez mette momentaneamente da parte il suo usuale impegno di denuncia sociale per raccontare una storia d’amore e di ottimismo.

Un libro fuori dalle righe con una narrazione consistente ma fiabesca, ricca di colori e sfumature. Nel libro si snodano con ironia cinquant’anni di storia, di vita e di mode. Nuovi protagonisti si aggiungono ai tanti personaggi indimenticabili creati da Gabriel García Márquez.

Incipit

“Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati. Il dottor Juvenal Urbino lo sentì appena entrato nella casa ancora in penombra, dove era accorso d’urgenza per occuparsi di un caso che per lui aveva cessato di essere urgente da molti anni.”

Recensione

L’amore ai tempi del colera è uno dei migliori romanzi a tema romantico che abbia letto, la recensione è facile e spontanea. Il filo conduttore del libro è certamente l’amore non ricambiato di Fiorentino.  Questo libro è però molto più di una storia d’amore. È la descrizione minuziosa dei sentimenti più comuni che attraversano l’animo umano. Questi spaziano dall’amore all’egoismo, dalla totale dedizione alla crudeltà dell’indifferenza.

In un mondo che vuole convincerci che l’amore eterno non esiste, L’amore ai tempi del colera racconta di come invece le persone possano nutrire sentimenti forti ed indistruttibili. Questi sentimenti possono spingere costantemente la propria vita nella direzione indicata da ciò che provano, a qualunque costo. È una celebrazione delle persone che vivono l’amore non corrisposto con tenacia e lungimiranza, con pazienza ed ottimismo.

L’amore ai tempi del colera è un racconto positivo, colorato, con il sapore di una fiaba che può diventare realtà, quel sapore che chi è stato perdutamente innamorato conosce bene.

È un libro vibrante, dai personaggi perfettamente definiti ed assolutamente realistici nei loro pregi e nelle loro mancanze. L’amore ai tempi del colera è scritto con lo stile impareggiabile di uno dei migliori autori della letteratura contemporanea. A tratti la narrazione può risultare un po’ lenta. A mio parere però, questo trasmette al lettore quel senso di perenne attesa che vive il protagonista.

L’amore ai tempi del colera, attraverso le vicissitudini di Fiorentino che ama Fermina ma non potendola avere si consola egoisticamente con altre donne, mi ha ricordato una cosa. Quanto l’accontentarsi in amore sia tutt’oggi una pratica diffusa e triste. Tale pratica non soltanto non consola affatto da un amore non corrisposto ma inaridisce gli animi.

Mirabile la delicatezza con cui Gabriel García Márquez affronta in questo libro i temi delle sfumature diverse dell’amore, del tradimento e della morte, una capacità di descrivere i sentimenti che davvero pochi scrittori possiedono.

L’inatteso finale di L’amore ai tempi del colera  mi ha permesso di chiudere il libro con un sorriso. Questo mi sembra il modo migliore per concludere una buona lettura.

Citazione

“Fino ad allora l’aveva sorretto la finzione che il mondo fosse quello che passava, passavano i costumi, la moda: tutto meno lei. Ma quella sera vide per la prima volta in modo consapevole come stesse passando la vita di Fermina Daza, e come passasse la sua stessa vita, mentre lui non faceva altro che aspettare.”

Curiosità

Gabriel García Márquez ha vinto il premio Nobel per la Letteratura nel  1982.

Dal libro L’amore ai tempi del colera nel 2007 è stato tratto un film omonimo, diretto dal regista britannico Mike Newell, con Giovanna Mezzogiorno nel ruolo di Fermina e l’attore Javer Bardem in quello di Fiorentino.

L’amore ai Tempi del Colera – Recensione libro