Home / Recensioni Libri / L’Amore Bugiardo – Recensione libro

L’Amore Bugiardo – Recensione libro

L’Amore Bugiardo – Recensione libro

L’Amore Bugiardo

di Flynn Gillian

L'Amore Bugiardo - Recensione libro
L’amore bugiardo

Titolo originale: “Gone Girl 

Genere: Thriller

Anno di pubblicazione: 2012

Editore: Rizzoli

Traduzione di Graziosi Francesco e Isabella Zani

Recensione libro: buono

Trama

L’amore bugiardo racconta la storia di Amy e Nick una coppia come tante che si conosce ad una festa a New York e che si innamora grazie ad un colpo di fulmine; la coppia è felice e si sposa speranzosa in un futuro felice. Con il tempo però le cose cambiano e prendono una piega inaspettata. Entrambi perdono il lavoro e del rapporto idilliaco dell’inizio non resta che il ricordo.

La situazione precipita un giorno quando Amy scompare nel nulla lasciando però inquietanti tracce della sua sparizione in casa: tracce di sangue e segni di lotta che non lasciano presagire nulla di buono. Da quel momento ha inizio la nuova storia di Amy e Nick che assomiglia sempre più ad un thriller in piena regola.

Incipit

“Quando penso a mia moglie, penso sempre alla sua testa. Alla forma che ha, per cominciare. La prima volta che l’ho vista, è stata la sua nuca che ho notato, e nelle sue curve c’era qualcosa d’incantevole. Come un chicco di mais, duro e lucente, o un fossile nel greto di un fiume. La sua è quella che i vittoriani definirebbero una testa dalle proporzioni squisite, che lascia intuire la forma del cranio.”

Recensione

Devo confessare che ho trovato qualche difficoltà nel preparare la recensione del libro di Flynn Gillian L’amore bugiardo. L’idea del libro è buona ed il thriller è un genere che ogni tanto amo leggere.

Mi piacciono i colpi di scena e gli sviluppi inaspettati in un libro, soprattutto quando la lettura diventa coinvolgente e non lascia il minimo spazio alla noia. Ma veniamo alla recensione.

Non si può dire che l’inizio del libro mi abbia entusiasmato, in fondo, chi si appresta a leggere il libro L’amore bugiardo senza prima aver letto nulla al riguardo, può benissimo pensare di trovarsi di fronte ad un romanzo d’amore come ce ne sono molti.

Mi è piaciuta invece l’idea del racconto a due voci in cui i due coniugi raccontano, alternandosi, la loro vita matrimoniale dal loro punto di vista personale. La bravura di Flynn Gillian è forse anche quella di riuscire a trasformare un romanzo in un thriller.

Questa trasformazione avviene quando, nel quinto anniversario di matrimonio, Amy scompare nel nulla lasciando tracce inquietanti in casa che non fanno pensare a nulla di buono.

Da quel momento i colpi di scena si susseguono quasi con una cadenza regolare fino a confondere e disorientare il lettore meno attento. Per questo motivo L’amore bugiardo è un libro adatto a chi ama la suspance e le sorprese.

Quella che non mi e piaciuta invece, anche se come ho detto trovo l’idea originale, è la storia, che è troppo inverosimile ed anche i personaggi li trovo troppo artefatti, troppo costruiti a tavolino.

Leggendo qualche recensione in rete ho constatato che una buona parte di chi ha letto L’amore bugiardo l’ha apprezzato per la trama intrigante ed i colpi di scena ricorrenti. Chi non ha apprezzato il libro della Flynn invece ha giudicato la storia troppo inverosimile e commerciale e personalmente mi ritrovo in quest’ultima parte di lettori.

Citazione

“Non comprendevo ancora quanto quell’idea fosse stupida, ottimistica, tipica di Nick. Non sospettavo l’infelicità a cui avrebbe portato.”

Curiosità

Dal libro L’amore bugiardo di Flynn Gillian è stato tratto l’omonimo film diretto da David Fincher, con Ben Affleck e Rosamund Pike che è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi nell’ ottobre 2014 dove ha riscosso un buon successo.

L’amore bugiardo – Recensione libro