Home / Recensioni Libri / L’Amore quando c’era – Recensione Libro

L’Amore quando c’era – Recensione Libro

L’amore  Quando c’era – Recensione libro

L’Amore Quando C’era

di Chiara Gamberale

L'amore quando c'era Recensione Libro
L’amore quando c’era

 

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 2011

Editore: Mondadori

Recensione libro: sufficiente

Trama

Sono passati dodici anni da quando Amanda ha lasciato il suo fidanzato, Tommaso. Quando il padre di Tommaso muore, dopo così tanti anni di silenzio, Amanda decide di scrivere una mail di condoglianze al suo ex.

Tommaso risponderà a quella mail ed avrà così inizio uno scambio di posta elettronica che darà il modo ad Amanda di farsi molte domande sulla sua vita, sull’amore e sui motivi che l’avevano spinta a lasciare Tommaso.

Incipit

“Io sono quasi sempre triste, anche senza motivo e per questo credo che la vita non ha proprio nessun senso, scrive Patrizia detta Izia, sul suo quaderno. Poi si ferma, succhia il cappuccio della biro.

Che tema assurdo ci ha dato oggi la professoressa, pensa. La guarda, seduta in cattedra, che sorride: beata lei. È grande e dunque sempre convinta di quello che dice come chi ha già tutte le risposte giuste .”

Recensione

L’amore quando c’era è un romanzo molto breve, che si legge tranquillamente in mezz’ora. Questo è il primo romanzo di Chiara Gamberale che ho letto e, molto probabilmente, avrei apprezzato di più questa autrice se avessi iniziato a conoscerla da altri libri, decisamente meglio riusciti di quest’ultimo.

Lo stile narrativo è di tipo epistolare anche se, restando al passo con i tempi, la Gamberale ha sostituito le classiche lettere che hanno reso famosi numerosi romanzi del passato, con delle email.

È interessante notare come L’amore quando c’era si attenga strettamente alla realtà moderna ed i protagonisti, attraverso internet, usino nella loro comunicazione scritta uno stile molto meno formale di quello che si usava in  passato per la corrispondenza.

I personaggi sono abbastanza realistici anche se, a mio parere, piuttosto scarni. Senza dubbio colpisce l’autoanalisi di Amanda che si snoda man mano che la corrispondenza telematica va avanti ma, sinceramente, i suoi problemi esistenziali mi sembrano affrontati in modo piuttosto superficiale.

Probabilmente le intenzioni della Gamberale nello scrivere L’amore quando c’era erano proprio quelle di abbozzare, attraverso i due protagonisti, le storie emotive e sentimentali di molte persone dei nostri tempi, spesso incapaci di una reale maturità interiore.

Non mi stupisce che molte persone possano rispecchiarsi in alcuni passaggi del libro, e ritrovarsi in diverse frasi de L’amore quando c’era.

Trama Attuale

La trama è molto attuale e da l’occasione di pensare al passato, di guardarsi indietro come fa la protagonista e chiedersi ” cosa sarebbe stato se…”.

Per quel che mi riguarda il punto è proprio questo: vale davvero la pena di pensare al passato mettendo in discussione quello che è stato? Forse non ho apprezzato abbastanza L’amore quando c’era perché questo tipo di pensiero non è nelle mie corde.

Questo breve romanzo avrebbe certamente potuto diventare qualcosa di meglio se l’autrice avesse sviluppato maggiormente la storia. Tra le pagine del libro ci sono numerosi spunti che avrebbero potuto dare vita ad una storia più coinvolgente.

La mia recensione di L’amore quando c’era si conclude andando verso un giudizio del tutto neutro. La Gamberale dimostra di avere un naturale talento, è una storia che si legge piacevolmente ma che comunque, non lascia nulla di nuovo, non sorprende, non appassiona.

Consiglio la lettura del libro ai nostalgici del passato che si chiedono spesso come sarebbe stata la loro vita se avessero scelto strade diverse.

Citazione

“Persone come noi, persone incapaci di stare davvero bene mentre stanno bene, rendono perfetto solo quello che hanno già vissuto o che potranno vivere.

La nostalgia e la speranza sono le nostre uniche garanzie di felicità.”

Curiosità

Chiara Gamberale, l’autrice di L’amore quando c’era, scrive per i quotidiani “La Stampa” ed il “Riformista” e per la rivista “Vanity Fair”.

L’amore quando c’era – Recensione libro