Home / Recensioni Libri / Avrò Cura di Te – Recensione Libro

Avrò Cura di Te – Recensione Libro

Avrò cura di te – Recensione libro

Avrò Cura di Te

di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale

Avrò cura di te - Recensione libro
Avrò cura di te

 

Genere: Narrativa

Anno di pubblicazione: 2014

Editore: Longanesi

Recensione libro: buono

Trama

Gioconda ha 36 anni, è un’insegnante ed ha una vita sentimentale disastrosa. Dopo essere stata lasciata da suo marito, Gioconda si rifugia nella casa dei nonni, che rappresentano per lei l’amore vero e duraturo. Tra le cose della nonna trova un misterioso biglietto apparentemente scritto per  un angelo custode.

È così che anche Gioconda prova a scrivere al suo angelo che incredibilmente, le risponde e che pian piano, la aiuterà a far chiarezza nella sua vita e nel suo cuore. In tutto il marasma quotidiano fatto di parenti, amici e studenti, per ritrovare la strada Gioconda si affiderà alla sua guida celeste che le ha scritto, nero su bianco, Avrò cura di te.

Incipit

«Da qualche parte nell’universo esiste un mondo non visibile agli occhi in cui si aggirano sagome vibranti di luce. Sono le anime degli Innamorati Eterni e palpitano a coppie, trovando l’una nell’altra le ragioni del proprio splendore.»   

Recensione                                

Avrò cura di te è un libro delicato e leggero, piacevole pur se non eccezionale. Ogni volta che mi ritrovo a scrivere la recensione di un libro scritto da Gramellini ho sempre delle sensazioni contrastanti.

Di solito sono romanzi che fanno riflettere, che hanno la loro buona dose di belle frasi da citare e che quindi sono sulla mia linea d’onda. Allo stesso tempo però, mi lasciano sempre un sottile senso di insoddisfazione. Avrò cura di te non fa eccezione, anche se l’apporto della Gamberale si sente eccome. Ha portato allo stile filosofico di Gramellini un bilanciamento pratico, con un linguaggio colloquiale ed uno stile più concreto.

Non credo sia un caso che la Gamberale  si sia occupata della parte di Gioconda, il personaggio terreno del libroGramellini si è occupato invece di quella di Filèmone, l’etereo angelo custode della protagonista. Il loro stile letterario è perfetto per questi ruoli.

Una Struttura Epistolare

Il libro ha una struttura epistolare. L’intera trama si snoda attraverso le lettere che Gioconda e Filèmone si scambiano. Le domande terrene di Gioconda che trovano le risposte nelle lettere del suo angelo custode.

I personaggi di Avrò cura di te, a parte i due protagonisti, sono soltanto comparse , a volte fin troppo stereotipati.

La trama è fantasiosa ma certamente attraente per chi crede negli angeli o, in generale, che esista qualcosa dopo la morte. Ho trovato qualche spunto davvero interessante. Mi è piaciuta l’idea di fondo dell’opera, anche se qualche affermazione dell’angelo/Gramellini sulle verità universali mi ha lasciato un po’ perplesso. Probabilmente gli autori avrebbero avuto bisogno di studiare maggiormente certe argomentazioni celesti prima di affrontare determinati concetti.

Perché se è vero che nessuno può dirci con certezza come stanno le cose, qualche linea guida in merito è stata data dai Testi Sacri delle religioni che credono nell’aldilà e negli angeli.

Nel complesso, comunque, l’intento del libro è apprezzabile e mi è piaciuto il fatto che ha certamente l’intento di trasmettere energie positive. Il libro incita a guardarsi dentro e a non arrendersi mai di fronte alle tempeste della vita.

Il finale è in linea con lo stile del libro, non stupisce ma non delude.

Ho trovato la lettura di Avrò cura di te molto piacevole e scorrevole, è certamente un libro che per trama e stile può essere letto ed apprezzato da tutti, o almeno da chi non è particolarmente infastidito da temi quali gli angeli, l’Aldilà e l’amore eterno.

Quello che mi è piaciuto meno in questo libro è l’eccessiva sdolcinatezza del tutto. Credo che gli autori avrebbero potuto dare alla storia un taglio più sobrio che, molto probabilmente, avrebbe dato alla storia un carattere più verosimile.

Concludo la recensione di “Avrò cura di te” consigliando questo libro prevalentemente alle donne dall’animo romantico. Lo consiglio anche  a chi pensa di aver perduto per sempre l’anima gemella e a chi crede che la sua vita sia ispirata e guidata da un angelo custode.

Citazione

«Tutto è giusto e perfetto, per quanto tutto intorno a noi ci ricordi l’ingiustizia e l’ imperfezione. Non si tratta di perdonare, ma di accettare e ringraziare: se possibile, restituire.»

Curiosità

Massimo Gramellini scrive su La Stampa e conduce insieme a Fabio Fazio una trasmissione su Raitre. Il suo romanzo Fai bei sogni del 2012, ha venduto più di 1 milione di copie ed è stato tradotto il 22 lingue.

Chiara Gamberale, coautrice di Avrò cura di te, scrive per Donna Moderna, Vanity Fair ed Io donna, oltre a condurre programmi televisivi e radiofonici. Tra i suoi romanzi “Le luci nelle case degli altri”, L’amore quando c’era e “Per dieci minuti”.

Avrò cura di te – Recensione libro