Home / Recensioni Libri / Bel Ami – Recensione libro

Bel Ami – Recensione libro

Bel Ami – Recensione libro

Bel Ami

di Guy De Maupassant

Bel-Ami Recensione libro
Bel-Ami

 

Titolo originale: “Bel Ami”

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 1885

Editore: Newton Compton

Traduzione di Maria Pia Tosti Croce

Recensione libro: buono

Trama

Il “Bel Ami” è un romanzo ambientato nella Francia dell’800 che, per la veridicità dei fatti storici raccontati, potremo per certi versi definire storico. Il libro racconta la storia del giovane Georges Duroy che, deluso dalla vita militare, si congeda dall’esercito con la speranza di dare una svolta alla propria vita.

Grazie all’appoggio di un suo ex commilitone direttore di un giornale, il signor Duroy, intraprende la carriera di giornalista e, grazie anche al suo successo con le donne, diventa presto un uomo affermato.

Per restare però sulla cresta dell’onda Duroy lascia da parte la morale ed utilizza ogni mezzo in suo possesso per raggiungere i suoi obiettivi di fama e di potere.

Incipit

“Quando la cassiera gli ebbe dato il resto dei cinque franchi, Georges Duroy uscì dal ristorante. Siccome aveva un bel portamento, sia per natura, sia per posa di ex sottufficiale, si impettì, si arricciò i baffi con un gesto militaresco abituale, e girò su quelli che stavano a tavola uno sguardo rapido e circolare, uno di quegli sguardi da bel giovane, che si stendono intorno come una rete nell’acqua.”

Recensione

Ho deciso di scrivere la recensione del Bel Ami quando, mettendo in ordine la mia libreria, il mio sguardo si è posato sulla copertina di un libro a me nota ma che non vedevo da parecchi tempo.

Ho letto il Bel Ami parecchio tempo fa e devo dire che ricordo ancora bene l’impressione piacevole che mi aveva accompagnato durante quella lettura. Maupassant è decisamente un autore capace e la lettura dei questo libro risulta scorrevole, la descrizione dei personaggi risulta dettagliata e la sintassi utilizzata è ineccepibile.

Il personaggio principale, Duroy, è una persona cinica, arrivista e fortemente egoista. Maupassant riesce non solo a descrivere in modo piacevole queste connotazioni negative ma il suo stile narrativo riesce addirittura a far nascere una sorta di simpatia nei confronti di Georges Duroy, benché il suo stile di vita sia deplorevole.

Il Bel Ami è un romanzo che con il tempo non ha perso il suo smalto, ancora oggi il tema degli arrampicatori sociali e degli arrivisti a tutti costi è molto attuale e Maupassant è riuscito, con il suo stile letterario inconfondibile, a farne una trasposizione quanto mai attinente alla realtà.

Nel libro Maupassant dipinge un mondo popolato da persone ciniche e vanitose in cui ha la meglio chi riesce ad essere più furbo e manipolatore degli altri. Un altro messaggio interessante che traspare dalla lettura del Bel Ami di Maupassant è l’importanza del ruolo ricoperto dalle donne nella società.

Chi vuole fare carriera non deve trascurare l’importanza delle donne. Dietro ad ogni uomo di successo vi è (quasi) sempre una figura femminile. Avere la capacità di entrare nelle loro grazie è la chiave di volta per raggiungere il successo.

La mia recensione del Bel Ami non può che essere positiva. È un libro scorrevole che può essere letto senza troppo impegno. L’unico aspetto che non mi è molto piaciuto è il finale in quanto la morale che ne scaturisce, non è, a mio parere, attinente alla realtà.

Citazione

“La vita è un’erta. Mentre si sale, si guarda la cima e ci si sente felici. Ma quando si arriva in alto si scopre di colpo la discesa e la fine, che è la morte.”

Curiosità

Il Bel Ami di Maupassant ha riscosso molto successo da quando è stato scritto tanto che da questo romanzo ne sono stati tratti diversi film; l’ultimo, in ordine di tempo, è “Bel Ami – Storia di un seduttore” con Robert Pattinson e Uma Thurman.

Bel Ami – Recensione libro