Home / Recensioni Libri / Cinquanta Sfumature di Grigio – Recensione

Cinquanta Sfumature di Grigio – Recensione

Cinquanta Sfumature di Grigio – Recensione libro

Cinquanta Sfumature di Grigio

di E. L. James

50 sfumature di grigio - Recensione libro
50 sfumature di grigio

 

Titolo originale: “Fifty Shades of Grey

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 2011

Editore: Mondadori

Traduzione di Albanese Teresa

Recensione libro: Mediocre

Trama

Cinquanta sfumature di grigio è il primo di tre libri che raccontano la storia di una ragazza di 21 anni, Anastasia Steele, che si innamora di Christian Grey. Questi è un uomo ricco e prestigioso la cui vita, soprattutto quella sessuale, è condizionata da un passato difficile e burrascoso.

I due si incontrano per un intervista grazie ad un’amica di lei e da subito si sentono attratti uno dall’altro. Ben presto però Anastasia scopre i lati oscuri di Christian, un uomo sadico e dedito a pratiche di sadomasochismo in cui ben presto finirà coinvolta anche Anastasia. Animata dal suo spirito da crocerossina tenterà in tutti i modi di recuperare l’anima del suo amato.

Incipit

“Mi guardo allo specchio, arrabbiata e delusa. Al diavolo i miei capelli, che non vogliono saperne di stare a posto, e al diavolo Katherine Kavanagh, che si è ammalata e mi sottopone a questa prova.”

Recensione

Inizio questa mia recensione del libro Cinquanta sfumature di grigio premettendo che la trilogia di questa saga ha venduto la bellezza di più di ventuno milioni di copie. Si è fatto un gran parlare di Cinquanta sfumature di grigio ed è probabilmente a questo motivo che si deve il gran successo del libro.

Personalmente ho trovato Cinquanta sfumature di grigio un libro non all’altezza della sua fama, la trama è piuttosto banale, lo stile ed il linguaggio invece lasciano molto a desiderare.

Chi legge molto ed è quindi abituato a riconoscere la qualità di un libro quasi sicuramente farà fatica a portare a temine la lettura di 50 sfumature di grigio.

Probabilmente il linguaggio e lo stile descrittivo utilizzato in Cinquanta sfumature di grigio ha come pregio quello di potersi rivolgere alle grandi masse e di poter quindi essere letto da tutti.

Durante la lettura del libro mi sono trovato di fronte ad una certa ripetitività da parte dell’autore, i personaggi sembrano quasi delle marionette messe li appositamente per poter portare avanti la trama del libro. In loro non c’è nessuna evoluzione e nessuna speranza di crescita e miglioramento.

Reputo Cinquanta sfumature di grigio più uno specchietto per allodole che, con la promessa di condurre il lettore per i meandri sconosciuti di un certo tipo di trasgressione come può essere il sadomasochismo, si perde invece in banalità e ripetizioni gratuite fini a sé stesse.

Cinquanta sfumature di grigiosi propone di essere un romanzo erotico in realtà, con un po’ di sforzo, potrebbe aspirare al titolo di romanzo rosa.

Ho letto per curiosità alcune recensioni in rete di Cinquanta sfumature di grigio e devo dire che mi è ha fatto sorridere questa frase: ” l’unico vero atto di sadomasochismo del libro è quello di arrivare a leggerlo fino in fondo resistendo alla tentazione di buttarlo”.

La mia recensione di Cinquanta sfumature di grigio non può quindi essere positiva e per questo motivo non mi sento di consigliarne la lettura nemmeno a chi fosse interessato a questo genere di temi.

Citazione

“Non riesco a credere che il mondo mi stia crollando addosso, che tutte le mie speranze e i miei sogni vadano in pezzi. No, no, non pensarci. Non adesso, non ancora..”

Curiosità

Il romanzo Cinquanta sfumature di grigio di E.L. James fa parte di una trilogia, gli altri due libri si intitolano: Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso.

Nel 2015 è uscito nelle sale cinematografiche il film, ispirato all’omonimo romanzo Cinquanta sfumature di grigio, diretto dalla regista britannica Sam Taylor Wood.

Cinquanta sfumature di grigio – Recensione libro