Home / Recensioni Libri – Leggi le Opinioni e le Valutazioni di Mr.Loto / Le Confessioni di Sant’Agostino – Recensione libro

Le Confessioni di Sant’Agostino – Recensione libro

Le confessioni – Recensione libro

Le Confessioni

di Sant’Agostino

Le Confessioni Recensione Libro
Le Confessioni

 

Titolo originale: “Confessionum libri XIII

Genere: Religione

Anno di pubblicazione: 400

Editore: Newton Compton

Traduzione di Dag Tessore

Recensione libro: Eccellente

Trama

Il libro Le Confessioni è una sorta di autobiografia ma con una caratteristica del tutto particolare: il soggetto non è il narratore Agostino, ma bensì Dio. Agostino infatti ne Le  Confessioni ci racconta in modo dettagliato tutti gli errori della sua vita dissoluta prima della crisi spirituale che lo porterà poi alla conversione definitiva al Cristianesimo.

In questo racconto autobiografico però non è lui il soggetto, non è lui stesso l’artefice della sua conversione. Ne Le Confessioni Agostino racconta in modo meraviglioso come Dio ha contribuito in modo decisivo al suo cambiamento radicale fino a farlo diventare uno dei pilastri del Cristianesimo.

Incipit

“Tu sei grande, Signore, e ben degno di lode; grande è la tua virtù e la tua sapienza incalcolabile. E l’uomo vuole lodarti, una particella del tuo creato, che si porta attorno il suo destino mortale, che si porta attorno la prova del suo peccato e la prova che Tu resisti ai superbi “.

Recensione

Le Confessioni è un libro unico nel suo genere, uno dei più letti al mondo dopo la Bibbia. Fare una recensione di un libro del genere non è un lavoro facile ma una cosa la possiamo dire: chi si avvicina a questo libro senza pregiudizi e con una “fame” sincera di apprendere e comprendere, sicuramente dopo la lettura de Le Confessioni si sentirà più forte spiritualmente e soprattutto avrà la sensazione di avere trovato un amico in Sant’Agostino.

Si perché Agostino scrive il suo libro con un linguaggio tutto particolare, come se nel farlo si rivolgesse ad un amico, mettendolo in guardia dalle insidie e dai trabocchetti della vita con il solo fine di preservare la salute delle anime.

Nel libro Agostino mette a nudo la sua anima davanti a Dio con una sincerità ed una semplicità di linguaggio mai viste prima. Il libro, scritto negli anni che vanno dal 397 al 400, è ancora di un’attualità incredibile. Questo perché ne Le Confessioni Agostino parla dell’anima e dei suoi problemi che sono da sempre gli stessi e di conseguenza sempre attuali.

Nel libro Agostino ripercorre tutta la sua vita rivolgendosi continuamente a Dio e confessando a Lui i suoi errori ed i suoi peccati. Mentre racconta tratta temi profondi che da sempre occupano l’animo e la mente umana. Ne sono un esempio l’origine ed il significato del male, del tempo, dell’amore e di altri aspetti che toccano da vicino l’esistenza umana.

Un Consiglio

La recensione de Le Confessioni termina con un consiglio. Per leggere questo libro bisogna avere uno stato d’animo particolare, un forte desiderio di comprendere il significato di questa vita. In particolar modo bisogna avere la capacità di aprire e liberare la mente, quasi fosse una pagina bianca su cui cominciare a scrivere un nuovo capitolo della propria vita. È un libro che ogni vero lettore dovrebbe avere nella propria biblioteca.

Citazione

“Ma se tu riempi il cielo e la terra, essi forse ti contengono? Oppure li riempi, ma rimane qualcosa, non potendoti essi contenere? E dove riversi quel che di te rimane, una volta riempiti il cielo e la terra?”

Curiosità

La fama e la diffusione de Le Confessioni furono grandissime nell’antichità. Moltissimi artisti e scrittori come ad esempio Dante Alighieri, Botticelli e Francesco Petrarca vennero influenzati da questa grande opera di Sant’Agostino.

Nel 2010 Rai Uno ha trasmesso una fiction sulla vita di Sant’Agostino, gli attori che hanno impersonato il Santo sono due: Alessandro Preziosi nella prima parte della vita di Agostino e Franco Nero nella seconda.

Le Confessioni – Recensione Libro

Vedi anche: La Città di Dio – Recensione