Lo Strano Caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde – Recensione

Lo Strano Caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde – Recensione libro

Lo Strano Caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde

di Robert Louis Stevenson

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde - Recensione libro
Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde

 

Titolo originale : “Strange Case of Dr Jekyll and Mr Hyde 

Genere: Classico

Anno di pubblicazione: 1886

Editore: BUR

Traduzione di Oreste Del Buono

Recensione libro: Ottimo

Trama

Gabriel John Utterson è un avvocato e vive a Londra. Un caro amico dell’avvocato, il rispettabile dottor Jekyll, gli consegna il suo testamento, in cui tutti i suoi beni sono destinati ad un tale signor Hyde. Utterson è perplesso perché conosce Jekyll da una vita e non ha la minima idea di chi sia Hyde. Ben presto, per una serie di casi violenti, scoprirà che il signor Hyde è tutt’altro che una brava persona. Solo a vederlo mette i brividi. Perché mai Jekill frequenta un criminale e vuole lasciare a questo la sua eredità?

Incipit

«L’avvocato Utterson era un uomo dall’aspetto rude, non s’illuminava mai di un sorriso; freddo, misurato e imbarazzato nel parlare, riservato nell’esprimere i propri sentimenti; era un uomo magro, lungo, polveroso e triste, eppure in un certo senso amabile.»

Recensione

Come è mio solito con i classici, anche la mia recensione di Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde non sarà di tipo tecnico. Con la mia recensione infatti, voglio soltanto aiutare il lettore a capire se questo libro è adatto ai suoi gusti ed alle sue esigenze oppure no. Per un’analisi più mirata del testo, si trovano in rete molti siti con scopi didattici.

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde è un thriller dalle atmosfere cupe, tipiche della Londra del 1800. Non a caso, questo è un romanzo gotico, e proprio per questo mi ha ricordato molto Dracula.

C’è il mistero, la nebbia, il buio e le pozioni e, se la trama di questo libro non fosse così inflazionata dall’uso improprio che ne è stato fatto negli anni, avrebbe ancora un fascino incredibile. Comunque, anche sapendo come va a finire, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde dovrebbe essere letto, perché è infinitamente più sottile e bello di qualsiasi film sia stato fatto sull’argomento.

Stile, struttura e personaggi

Robert Louis Stevenson, come la maggior parte degli scrittori di quel periodo, ha uno stile meravigliosamente elegante. Quando leggo autori simili mi chiedo cosa sia successo al nostro modo di esprimerci. L’autore riesce infatti a descrivere situazioni e stati d’animo orribili in un modo comprensibile e piacevole, senza alcun termine volgare o immagine sconveniente.

La trama de Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde è costruita in ordine cronologico, costruendo l’antefatto attraverso i ricordi di Utterson. Solo gli ultimi due capitoli sono in forma epistolare.

Questo è un romanzo piuttosto breve, quindi i personaggi non sono descritti in modo approfondito, anche se Robert Louis Stevenson ci fornisce gli elementi di fondo di ognuno di loro. Jekyll resta un mistero fino alle ultime pagine, quando, attraverso le sue stesse parole, scopriremo tutte le emozioni ed i pensieri che lo hanno attraversato.

Metafore e Riflessioni

Ovviamente conoscevo la storia ed il finale ma la lettura di questo libro mi ha dato il modo di apprezzare fino in fondo l’idea dell’autore. Mi è piaciuto moltissimo il dualismo interiore dell’essere umano materializzato nel dottor Jekyll e il signor Hyde. È evidente che l’autore conosceva bene le dinamiche del Bene e del Male. Ho trovato infatti pienamente condivisibile l’idea che, quando ci si abbandona al male (Hyde), diventa sempre più difficile tornare sulla strada del bene (Jekyll). Purtroppo si finisce sempre con il soccombere alla bruttezza ed alla morte dell’anima.

Potremmo dire che, concettualmente, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde è il predecessore de Il ritratto di Dorian Gray che tratta la stessa tematica.

A me è piaciuto moltissimo e l’unico difetto che posso trovare in questa lettura è la brevità. Mi è sembravo che Stevenson abbia accelerato troppo, concentrando tutta la storia e la risoluzione del caso in pochi passaggi.

La trama avrebbe invece potuto essere arricchita di eventi e dettagli, senza perdere bellezza ed efficacia. Quando si legge qualcosa di piacevole è sempre triste arrivare al momento di girare l’ultima pagina.

Conclusioni

È un thriller che vale davvero la pena leggere. Pur essendo un classico, è scritto in modo sufficientemente moderno da essere apprezzato da tutti. Sono inoltre convinto che piacerà anche a quelli che non amano particolarmente il genere.

Concludo la recensione de Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde consigliando questa lettura ai giovanissimi, agli appassionati di cinema e a chi è convinto che la coscienza sia soltanto un ostacolo.

Citazione

«Benché profondamente duplice, io non ero affatto un ipocrita; tutt’e due i miei lati erano estremamente sinceri; io ero sempre me stesso, sia che mettessi da parte qualsiasi riserbo e sprofondassi nella vergogna, sia che mi affaticassi, alla luce del giorno, per il progresso della scienza o per il sollievo dai dolori e dalle sofferenze.»

Curiosità

  • Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde ha ispirato innumerevoli film, opere teatrali, fumetti, parodie, musical, cartoni animati e videogiochi.
  • Robert Louis Stevenson scrisse questo libro in 3 giorni e lo fece leggere alla moglie. Quando lei gli diede delle indicazioni, lui bruciò il romanzo e lo riscrisse da capo, in altri 3 giorni.
  • La storia, pubblicata inizialmente in una collana economica di thriller, ebbe un successo enorme ed immediato.
  • Il romanzo ha avuto un impatto enorme sull’immaginario comune. Ancora oggi ci si riferisce alla storia di Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde per definire qualcuno con una marcata doppia personalità.
  • Robert Louis Stevenson morì a soli 44 anni, presumibilmente per una emorragia celebrale.

Lo Strano Caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde – Recensione libro

Close