Home / Recensioni Libri – Leggi le Opinioni e le Valutazioni di Mr.Loto / Non c’è Niente da Fare noi Femmine Siamo un’Altra Cosa

Non c’è Niente da Fare noi Femmine Siamo un’Altra Cosa

Non c’è Niente da Fare noi Femmine Siamo un’Altra Cosa – Recensione Libro

Non c’è Niente da Fare noi Femmine Siamo un’altra Cosa

di Caterina Comi

Non c'è niente da fare noi femmine siamo un'altra cosa - Recensione libro
Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa

 

Genere: Narrativa

Anno di pubblicazione: 2017

Editore: Auto Pubblicato

Recensione libro: buono

Trama

Teresa è un’adolescente che vive come tante ragazze della sua età, negli anni ’80. All’improvviso la sua vita viene travolta dal fidanzamento ufficiale di suo fratello Pietro con Serena. Teresa assisterà al matrimonio ed alla nascita del primo figlio di suo fratello ed acquisirà nuove consapevolezze. Così, mentre si dedica alla scuola, alla parrocchia ed al suo ragazzo, si accorgerà di Maurizio, il fratello di Serena.

Incipit

«A Roma da poche ore volevo tornarmene a casa. In un sabato pomeriggio di trentacinque anni fa ero arrivata con i miei e nonna Rosina per conoscere la famiglia della fidanzata di Pietro, mio fratello. Serena era tutto quello che avrei voluto essere io, bella e distinta eppure avvicinabile. Ero contenta per Pietro: si meritava una ragazza così…»

Recensione

Inizio la recensione di Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa col dire che, essendo stato scritto per una figlia, ha un valore aggiunto. Ho conosciuto Caterina Comi attraverso il suo blog e la sua sensibilità mi ha colpito subito. In questo libro traspare tutto il delicato sentire di una donna e di una madre. Per questo la ritengo una lettura decisamente più adatta alle donne.

Lo stile è piacevole e tutto sommato scorrevole. Peccato che la storia alterni passaggi di grande brio con altri un po’ troppo densi di parole e dettagli irrilevanti. È comunque una storia che si legge velocemente e senza troppo impegno, adatta anche a chi non ama molto leggere.

Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa può idealmente essere diviso in due parti.

Prima Parte

Nella prima parte c’è la storia di Teresa, una ragazza alle prese con l’amore. La trama è estremamente semplice, una storia nella quale ogni ragazza può immedesimarsi. Specie quelle che ora sono donne ma sono state ragazze nello stesso periodo di Teresa, la protagonista. La semplicità della trama mi è piaciuta, è un racconto fresco e pulito, qualcosa di piacevole come il profumo del pane.

Mi sono piaciuti molto i riferimenti al periodo storico in questione. I titoli dei film e delle canzoni riportano indietro nel tempo i lettori che c’erano ed erano abbastanza adulti da ricordarselo. Avrei gradito qualche piccolo riferimento in più, magari legato alla cronaca di quegli anni.

Ho trovato molto gradevoli e simpatiche le illustrazioni che aprono ogni capitolo.

I Personaggi

I personaggi non hanno una grande definizione ma sono tutti verosimili. Teresa, la protagonista, racconta quello che vive più di quello che prova. Per tutta la lettura ho avuto l’impressione che Caterina Comi raccontasse di qualcuno che esiste davvero, qualcosa di realmente accaduto.

Seconda Parte

La seconda parte di Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa è costituita da sette domande sull’amore. A queste domande seguono delle risposte secondo l’autrice nelle quali traspare la madre ma anche la psicologa. Queste sette domande sono quelle che tutti, specie da giovanissimi, ci siamo fatti almeno una volta. Per questo è senza dubbio interessante leggere le risposte ed i suggerimenti che Caterina Comi dà alla figlia ed ai lettori.

Ho apprezzato molto le varie citazioni tratte da poesie e scritti. Queste citazioni donano altri spunti per riflettere sull’amore e dimostrano che i sentimenti sono uguali per tutti, in tutte le epoche.

Concludo la recensione di Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa consigliando questo libro a tutte le ragazze giovani ed a chi ha un animo romantico.

Citazione

«Non c’è cambiamento e non c’è crescita senza amore, senza che qualcuno, qualcosa ti catturi il cuore e lo faccia pulsare, ti faccia sentire viva, ti accenda. E non può esserci amore senza cambiamento, senza volontà, dedizione, pazienza, senza costanza, senza la voglia di mettersi in gioco: dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore

Curiosità

  • Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa è stato scritto per i 18 anni della figlia dell’autrice.
  • Caterina Comi ha pubblicato il suo primo libro nel 2008, dal titolo Storie per fare le cose, Pascal editrice
  • L’autrice di Non c’è niente da fare noi femmine siamo un’altra cosa è una psicologa ed ha un blog su WordPress
  • Caterina Comi ha due figli e fa anche la catechista.

Non c’è Niente da Fare noi Femmine Siamo un’Altra Cosa – Recensione Libro