Home / Recensioni Libri – Leggi le Opinioni e le Valutazioni di Mr.Loto / Sette Brevi Lezioni di Fisica – Recensione Libro

Sette Brevi Lezioni di Fisica – Recensione Libro

Sette Brevi Lezioni di Fisica – Recensione libro

Sette Brevi Lezioni di Fisica

di Carlo Rovelli

Sette brevi lezioni di fisica - Recensione libro
Sette brevi lezioni di fisica

Genere: Saggio

Anno di pubblicazione: 2014

Editore: Adelphi

Recensione libro: Ottimo

Trama

Un viaggio semplificato attraverso le maggiori scoperte del XX secolo nel campo della fisica. Dall’origine del cosmo ai buchi neri, dall’affascinante teoria della relatività a quella dei quanti, Carlo Rovelli aiuta il lettore ad addentrarsi in questi argomenti ed a capirli.

Incipit

«Queste lezioni sono state scritte per chi la scienza la conosce poco. Insieme, compongono una rapida carrellata su alcuni degli aspetti più rilevanti e affascinanti della grande rivoluzione che è avvenuta nella fisica del XX secolo, e soprattutto sulle questioni e i misteri che questa rivoluzione ha aperto.»

Recensione

Inizio la recensione di Sette brevi lezioni di fisica con un plauso all’autore Carlo Rovelli. Dato che argomenti del genere sono piuttosto difficili da affrontare per chi non ha degli studi adeguati, la possibilità di renderli alla portata di tutti è davvero un bel dono.

Questo è un libro molto gradevole da leggere, una lettura che insegna molto a chi della fisica ha solo qualche ricordo sbiadito legato alla scuola.

Sette brevi lezioni di fisica è un saggio, breve e piacevole che dà il modo a tutti di comprendere, almeno a grandi linee, le grandi scoperte moderne in questo campo di ricerca.

La trama, o meglio il filo conduttore  del libro è la fisica e l’idea che nulla nel mondo ed in noi stessi è come ci appare. La lettura è veloce e scorrevole, lo stile di Carlo Rovelli è piacevole ed ispirato. La cosa più bella di Sette brevi lezioni di fisica è propria la passione dell’autore per questa materia, che traspare continuamente e contagia il lettore.

Durante la lettura ho pensato più volte che se avessi avuto un professore così al liceo molto probabilmente avrei amato di più le materie scientifiche.

Le Sette brevi lezioni di fisica del libro riguardano, nell’ordine,  questi argomenti:

  • La teoria della Relatività
  • La Teoria dei Quanti
  • La struttura del Cosmo
  • Le particelle
  • L’Origine del Cosmo
  • I Buchi Neri e la natura del Calore
  • Il ruolo dell’Uomo

Credo che tutti, se non abbiamo studiato questi temi, ne abbiamo almeno sentito parlare. Nella maggior parte dei casi però, abbiamo le idee piuttosto confuse su quello che effettivamente significano.

Ecco, Carlo Rovelli colma parzialmente questa lacuna di cultura generale facendoci capire, in termini molto semplici, il nocciolo della questione di ciascuno di questi temi.

Sette brevi lezioni di fisica non è un trattato scientifico

In altre recensioni ho letto una certa delusione per la presunta superficialità con cui sono affrontati argomenti così impegnativi. A me pare che lo scopo dell’autore fosse invece proprio quello di semplificare al massimo dei temi inaccessibili per molti. Quello che preme a Carlo Rovelli è farci capire il senso di determinate ricerche.

Perché Sette brevi lezioni di fisica, come è chiaramente specificato nelle prime righe, è stato scritto per chi non conosce la scienza. Non ci sono quindi approfondimenti o troppi termini tecnici, non ci sono richiami ad altre conoscenze specifiche.

Del resto questo libro è un saggio per chi non sa nulla di fisica e non un trattato scientifico per chi conosce ed ha studiato questi argomenti. Per questo possono leggerlo tutti e non soltanto gli appassionati.

Mi è piaciuta molto l’ultima lezione, quella dedicata al ruolo dell’uomo. Nell’ultimo capitolo la fisica si trasforma in filosofia, con alcuni passi quasi poetici che aprono la mente a diverse riflessioni.

Questo libro, pur essendo composto da meno di un centinaio di pagine, racchiude tutta la bellezza dell’universo. In pochi semplici concetti l’autore riesce a coinvolgere il lettore più disinteressato, accendendo la curiosità nei confronti di quel che ci circonda.

Concludo questa recensione consigliando a tutti di leggere Sette brevi lezioni di fisica.

Anche se questa lettura può spaventare, in realtà è un saggio breve e sintetico, alla portata davvero di tutti. Nello specifico ne consiglio la lettura ai giovani, perché possano scoprire, attraverso questo approccio leggero alla fisica, quanto la conoscenza apra il nostro sguardo sul mondo e su noi stessi.

Citazione

«Da quando abbiamo imparato che la Terra è rotonda e gira come una trottola pazza, abbiamo capito che la realtà non è come ci appare: ogni volta che ne intravediamo un pezzo nuovo è un’emozione. Un altro velo che cade.»

Curiosità

Sette brevi lezioni di fisica è stato un successo editoriale inaspettato, dato la difficoltà degli argomenti trattati. Solo in Italia ha venduto oltre trecentomila copie in un anno.

Carlo Rovelli è un fisico interessato prevalentemente alla gravità quantistica. Attualmente lavora in Francia e per il suo libro precedente, La realtà non è come ci appare, ha vinto il Premio Letterario Merck ed il Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica.

Sette Brevi Lezioni di Fisica – Recensione libro