Sulla Sedia Sbagliata – Recensione Libro

Sulla Sedia Sbagliata – Recensione Libro

Sulla Sedia Sbagliata

di Sara Rattaro

Sulla sedia sbagliata - Recensione Libro
Sulla sedia sbagliata

 

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 2010

Editore: Garzanti

Recensione libro: Sufficiente

Trama

Francesca, Teresa e Margherita sono delle madri. Andrea, Paolo, Beatrice e Valeria sono dei figli. Le loro storie si intrecciano, tra ombre e luci, in una storia fatta di dolore e parole non dette.

Rapporti difficili, storie personali e mille difficoltà sono all’ordine del giorno per ogni madre. A volte però, ci si mettono di mezzo anche quelle cose che non ti aspetti, che ti colgono impreparata. E allora una mamma deve essere forte, per se stessa e per i suoi figli. Nonostante si senta sulla sedia sbagliata.

Incipit

«Per un attimo rimasi come incantata davanti al trucco di un prestigiatore, le labbra semiaperte e sguardo fisso nel vuoto. Precipitando in una realtà parallela ci rimanevo il più a lungo possibile, raggomitolata su me stessa, per proteggermi.»

Recensione

È un romanzo tutto la femminile, scritto da una donna sulle donne, nello specifico sulle madri. La trama racconta più di una storia, diverse esperienze di maternità che si intrecciano. Quello che hanno in comune è la sofferenza.

Sara Rattaro si è concentrata sulla parte più difficile dell’essere madri e ce l’ha raccontata. È un libro triste, quel genere di lettura che non va affrontata per puro svago.

Non conoscevo questa autrice e sono rimasto piacevolmente colpito dalla sua abilità di usare le parole per descrivere i sentimenti. Anche se in alcuni punti del romanzo ho trovato delle frasi un po’ troppo retoriche e pompose, lo stile di Sara Rattaro è scorrevole e godibile.

Ci sono sensazioni ed emozioni che tutti conosciamo bene ma che è difficile descrivere nero su bianco. La Rattaro ci riesce e spinge alla riflessione. Tuttavia Sulla sedia sbagliata non mi ha emozionato.

Per onestà ammetto che questo genere non è quello che preferisco. O forse la mia recensione è viziata dal fatto di non avere nulla in comune con i personaggi. Comunque questo romanzo scritto sulle emozioni non ne ha suscitato alcuna dentro di me, e mi è dispiaciuto.

Leggere Sulla sedia sbagliata mi ha riportato alla sensazione che ho provato leggendo L’amore quando c’era. Stilisticamente è una lettura piacevole, la trama ha un senso, i personaggi sono verosimili ma manca qualcosa. Mi è mancato il guizzo, il momento inaspettato. Ed alla fine della lettura mi sono sentito insoddisfatto, vuoto.

I Personaggi

L’autrice ha cercato di descrivere il travagliato mondo interiore dei personaggi di questo romanzo. Le descrizioni accurate hanno reso i protagonisti realistici ma non sono riuscite a creare empatia con il lettore. Sulla sedia sbagliata è un libro che si legge con distacco, senza sentirsi particolarmente coinvolti. Non ci si immedesima, è come seguire la storia attraverso un vetro.

Probabilmente la sensazione cambierebbe se si stesse attraversando un’esperienza simile a quella dei protagonisti.

Personalmente però, credo che un autore abbia il compito di permettere ai lettori di vivere ciò che non hanno vissuto. Un libro deve avere la capacità di farti provare anche le emozioni che non conosci. Ecco, questo non mi è successo.

Senza dubbio questo resta comunque un romanzo ben scritto che affronta un argomento molto difficile. Mi ripropongo di leggere altri romanzi di Sara Rattaro per capire meglio questa autrice. Apprezzo gli autori positivi, che pur raccontando storie tristi riescono a tirare fuori il meglio dai personaggi e dai lettori.

Probabilmente Sulla sedia sbagliata affronta semplicemente un argomento che non è nelle mie corde.

Concludo la recensione consigliando Sulla sedia sbagliata a tutte le buone madri ed ai figli che sanno di avere gravi mancanze nei confronti della famiglia.

Citazione

«Puoi condensare tutta la tua vita in un’unica valigia, se ci sei costretto. Chiediti di cosa hai bisogno veramente e scoprirai che non è quello che ti aspetteresti: metterai da parte senza problemi la maggior parte delle cose che possiedi per fare spazio a quell’unica cosa che conta davvero è la persona che ami di più al mondo.»

Curiosità

Sulla sedia sbagliata è il primo romanzo scritto da Sara Rattaro.

Sara Rattaro è laureata in biologia ed in scienze della comunicazione e nel 2015 è stata nominata ambasciatrice EXPO.

Sulla sedia sbagliata ha vinto nel 2015 ha vinto il premio speciale “Fortunato Seminara” al circolo letterario Rhegium Julii.

Sulla Sedia Sbagliata – Recensione Libro

Close