Home / Recensioni Libri / Ultimo Piano di Francesco D’Isa – Recensione libro

Ultimo Piano di Francesco D’Isa – Recensione libro

Ultimo Piano – Recensione Libro

Ultimo Piano

di Francesco D’Isa

Ultimo piano - Recensione libro
Ultimo piano

 

Genere: Narrativa

Anno di pubblicazione: 2015

Editore: Imprimatur

Recensione libro: sufficiente

Trama

In una Varsavia irreale, Frank Spiegelman è il proprietario di una nota casa di produzione pornografica e dell’intero grattacielo che ospita l’azienda, gli attori e gli ex attori pornografici; è lui che ci racconta la storia di Claude, un affermato regista del settore, e di sua sorella, attrice porno in ascesa.

Le vite, gli intrecci e le debolezze dei protagonisti scorrono all’interno del grattacielo incuranti di tutto, fino a che Claude non deciderà di creare il più incredibile film porno di tutti i tempi, il “porno totale”, che però avrà pesanti effetti collaterali sulle persone coinvolte in questa storia e su tutte quelle che lo guarderanno …

Incipit

“Mi chiamo Frank Spiegelmann e sono un uomo orrendo. Sono alto un metro e quarantasei, ho qualche ciuffo rossiccio appiccicato al cranio e non esito a definirmi calvo; inoltre sono grasso, flaccido, col naso a patata e la bocca sottile.”

Recensione

Ultimo piano mi è stato regalato, è un libro che, per il tema trattato che non è esattamente vicino alle mie preferenze, probabilmente non avrei mai scelto ma che comunque ho letto con curiosità, cercando di tenere la mente aperta.

La prima cosa che mi pare importante sottolineare in questa recensione è che Ultimo piano , contrariamente a quello che può far immaginare il titolo, non contiene troppe scene di sesso esplicito anche se è ovviamente pervaso dall’erotismo.

Pur raccontando una storia totalmente ambientata nel mondo del porno, l’autore è riuscito a restare nei limiti del buon gusto, facendomi superare qualche indugio iniziale.

Ultimo piano è un libro che si legge agevolmente anche se a volte, a mio parere, c’è una eccessiva ricercatezza dei termini che non trovo adatta al grottesco personaggio narrante.

Una Triste Metafora della Società

La storia di Ultimo piano è irreale, costruita su delle situazioni e dei personaggi estremizzati, ed io l’ho vista come una triste metafora della nostra società. Il grattacielo che ospita nel lusso dei piani alti i più ricchi (che nel mondo del porno e spesso anche nella vita sono rappresentati da quelli con meno scrupoli).

Nei piani bassi i soggetti incattiviti dalla povertà e dalle frustrazioni, fornisce un’immagine piuttosto  aderente al mondo in cui viviamo con l’evidente perdita di valori morali che questo tipo di “gerarchia” comporta.

Ho trovato interessante trovare in Ultimo piano riflessioni filosofiche sul desiderio; sono un buon inizio per farsi qualche domanda.

Ho apprezzato il personaggio di Claude che, in qualche modo, cerca di elevare la sua posizione di regista porno a qualcosa di meglio. In generale però, la lettura di Ultimo piano mi ha lasciato l’amaro in bocca, c’è rassegnazione, materialismo, cinismo e tutto resta sempre come sospeso.

Mi si potrà obiettare che l’ambientazione di Ultimo piano non è certamente adatta a raccontare buone emozioni. Avrei comunque gradito un personaggio positivo, una nota di ottimismo, uno spiraglio di luce in quelle tenebre spirituali.

Nonostante questo, in Ultimo piano si legge chiaramente la creatività di Francesco D’Isa che è comunque riuscito a confezionare qualcosa di originale nel panorama dei nuovi scrittori emergenti.

Il talento c’è e resto in attesa di nuovi libri di questo autore magari, chissà, con un tema più vicino ai miei gusti.

Concludo la recensione consigliando Ultimo piano a chi ama i libri con una certa tensione erotica ed a chi è alla ricerca di qualcosa di diverso dalle storie tradizionali.

Citazione

“Credo che in cuor suo Claude si credesse una sorta di Buddha del porno, votato alla liberazione della propria anima e di quella altrui. Pur di liberarsi dalle sue illecite passioni avrebbe indifferentemente salvato o sterminato l’intera razza umana – l’importante era trovare la pace.”

Curiosità

Francesco D’Isa, l’autore di Ultimo piano (o porno totale), ha studiato filosofia e, oltre alla scrittura, coltiva con successo l’arte visiva e dal 2010 scrive per  il quotidiano on-line Il Post.

Ultimo piano (o porno totale) è il secondo libro di Francesco D’Isa, dopo Anna – storia di un palindromo.

Ultimo piano – Recensione libro