Home / Recensioni Libri / Undici Minuti di Paulo Coelho – Recensione libro

Undici Minuti di Paulo Coelho – Recensione libro

Undici Minuti Recensione Libro

Undici Minuti

di Paulo Coelho

Undici Minuti - Recensione Libro
Undici Minuti

 

Titolo originale: “Onze minutos 

Genere: Romanzo

Anno di pubblicazione: 2003

Editore: Bompiani

Traduzione di Rita Desti

Recensione libro: sufficiente

Trama

Undici minuti è la storia di Maria, una ragazza brasiliana che, fin dall’adolescenza, colleziona delusioni amorose soffrendone molto. Il suo desiderio di comprendere gli uomini, il bisogno di denaro, la sua curiosità nei confronti della vita e l’incontro casuale con un impresario artistico senza scrupoli, la porteranno a trasferirsi in Svizzera ed a diventare una prostituta.

Negli Undici minuti che Maria dedica ad ogni cliente cercherà sempre di capire il senso dell’amore e del piacere fino a quando un pittore non le aprirà gli occhi …

Incipit

“C’era una volta una prostituta di nome Maria.

Un momento. “C’era una volta” è la frase migliore con cui cominciare una storia per bambini, mentre “prostituta” è una parola da adulti. Come posso scrivere un libro che rivela questa apparente contraddizione iniziale? Comunque, visto che in ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e l’altro nell’abisso, manterrò questo incipit.”

Recensione

Undici minuti è un libro molto diverso da tutti gli altri di Paulo Coelho. Le atmosfere ed il linguaggio abbandonano la ricerca del bello a cui questo autore ci ha abituato per  cercare di aderire maggiormente alla realtà e, qualche volta, alla crudezza della vita di una prostituta.

Per  scrivere una recensione onesta devo dire che il tema di Undici minuti, la prostituzione, è un argomento poco piacevole e, certamente, molto difficile da trattare. In particolar modo se, come Coelho in questo caso, si vuole rendere giustizia ai sentimenti ed ai pensieri di una donna che ha scelto di prostituirsi.

Nonostante non consideri assolutamente Undici minuti uno dei suoi romanzi più riusciti, devo dire che Coelho in questo libro riesce a toccare delle corde particolari della femminilità.

È strano pensare che il libro sia stato scritto da un uomo perché, quando viene descritto il mondo interiore della protagonista, lo stile, la scelta dei termini e l’andamento dei pensieri,  sembrano avere il tocco e la sensibilità di una donna.

È evidente che Coelho, in Undici minuti, ha dato prova di conoscere bene la complicata essenza dell’animo delle donne … o almeno di certe donne. Perché Maria, la protagonista di del romanzo, non rappresenta certamente tutte le donne che, almeno in Europa, sono generalmente molto più consapevoli di se stesse, dei sentimenti e della realtà che le circonda.

Undici minuti è scritto in modo molto semplice, realistico e senza fronzoli. Coelho descrive la realtà dei fatti senza alcuna ricercatezza stilistica né estetica. La trama è abbastanza scarna e, se vogliamo, piuttosto prevedibile.

In Undici minuti è interessante il modo in cui Coelho racconta la storia, senza pregiudizi, soltanto dando modo alla protagonista di esprimere quello che prova e, soprattutto, quello che la spinge a prostituirsi, al di là dei concetti del Bene e del Male che, in questo libro, vengono mescolati in continuazione.

Un po’ Deludente

Tuttavia Undici minuti è un libro che non mi ha lasciato niente. Una volta finita la lettura si tende più che altro a chiedersi come possano esserci ragazze così sprovvedute, piuttosto che maturare vere e proprie riflessioni sulla triste condizione di molte giovani donne.

Non mi è piaciuta nemmeno l’idea che una persona, uomo o donna che sia, possa trovare una motivazione suprema come la comprensione dell’amore al fatto di vendere il proprio corpo.

Forse quello che mi ha maggiormente infastidito di Undici minuti è proprio il falso messaggio che trasmette. Nella costrizione, si può fare qualunque cosa mantenendo la nobiltà d’animo. Secondo me è anche vero che se si può scegliere di non abbassarsi allo squallore bisogna assolutamente evitare di farlo, anche se questo costa maggior sacrificio.

Senza contare che ho trovato un po’ troppo semplicistica l’idea che l’equilibrio di un rapporto di coppia si possa basare sull’appagamento sessuale.

Piuttosto che consigliare questo libro a qualcuno in particolare come faccio di solito, questa volta concludo la recensione sconsigliando la lettura di Undici minuti a chi si sente a disagio di fronte alle scene erotiche e non apprezza le storie stile “Pretty woman”.

Citazione

“Io non sono un corpo con un’anima. Sono un’anima con una parte visibile chiamata corpo.”

Curiosità

Undici minuti è un libro basato su una storia vera, la Maria realmente esistente ora vive in Svizzera, è sposata ed ha due figlie. Coelho l’ha incontrata più volte per scrivere il suo romanzo.

Paulo Coelho è brasiliano ed considerato uno degli autori più importanti della letteratura moderna. Tra i vari riconoscimenti ci sono il Crystal Award del 1999, il titolo di Chevalier de l’Ordre National de la Légion d’Honneur e la Medalla de Oro de Galicia.

Undici minuti – Recensione libro