Zenzero: Proprietà e Benefici

Zenzero proprietà

Zenzero

Lo zenzero è una delle spezie più salutari del mondo, le sue proprietà terapeutiche sono ormai supportate da studi scientifici ed i benefici sulla salute sono innumerevoli. Vediamo quali.


Lo zenzero è una spezia dalle molteplici proprietà, il suo nome scientifico è Zingiber officinalis. La pianta ha origini asiatiche, appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae ed è strettamente legata alla curcuma.

Il suo nome deriva probabilmente dal sanscrito e significa a forma di corno.

Zenzero: proprietà e benefici

Lo zenzero ha un sapore particolarmente piccante, aromatico e pungente. La parte della pianta che viene utilizzata, sia a scopo alimentare che a scopo curativo, è la radice.

La polpa della radice può essere bianca, gialla o rossa, a seconda della varietà.

La scorza, sempre di colore bruno, è sottile, se lo zenzero è stato raccolto quando era ancora giovane. Se invece la raccolta è avvenuta quando era più vecchio allora la scorza è più spessa.

Indice

Le proprietà ed i benefici dello zenzero erano già noti alle popolazioni dell’antichità. Attualmente in India e Cina viene utilizzato prevalentemente per insaporire i piatti, soprattutto quelli a base di carne.

Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 grammi di prodotto
Acqua  g 78
Grassi g 0,8
Proteine g 1,8
Zuccheri g 1,7
Fibre g 2
Ceneri g 0,7
Minerali
Calcio mg 15
Fosforo mg 34
Sodio mg 12,9
Potassio mg 415
Magnesio mg 43
Ferro mg 0,6
Manganese mg 0,22
Zinco mg 0,3
Selenio µg 0,7
Rame mg 0,2
Vitamine
B1 mg 0,022
B2 mg 0,034
B3 mg 0,72
B5 mg 0,2
B6 mg 0,16
C mg 5
E mg 0,25
J mg 28,5
Folati mcg 11

Aminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Calorie 

100 grammi di parte edibile forniscono 80 kcal.

Zenzero: Proprietà e Benefici 

Nausea

Gli usi della pianta a scopo terapeutico sono molteplici. Da lungo tempo gli studi hanno dimostrato  le sue proprietà utili contro gli stati di nausea e di vomito.

La spezia ha una lunga storia di uso contro il mal di mare. Gli studi suggeriscono che la sua efficacia potrebbe essere simile a quella dei farmaci. La ricerca suggerisce che lo zenzero può essere alleviare la nausea ed il vomito dopo gli interventi chirurgici.

Secondo gli studi però sembra che la spezia di il meglio di sé quando si tratta di nausea legata alla gravidanza. Secondo una revisione di studi del 2014 sarebbero sufficienti 1,5 gr al giorno di zenzero per ridurre in modo significativo i sintomi della nausea.

Digestivo e Carminativo

Storicamente alla sua radice vengono attribuite proprietà digestive utili anche nella cura dei problemi gastrointestinali. In erboristeria lo zenzero viene ritenuto un buon carminativo.

Ci sono alcuni studi che dimostrano come questa radice sia in grado di accelerare lo svuotamento dello stomaco nei pazienti con indigestione cronica. In un primo esperimento la spezia ha portato il tempo di svuotamento dello stomaco da 16 a 12 minuti.

In un altro studio condotto su 24 individui lo zenzero ha accelerato lo svuotamento dello stomaco del 50 %.

Riduce inoltre la presenza di gas intestinali favorendone l’eliminazione. In cucina quindi viene usato non solo per insaporire le pietanze, ma anche per renderle più digeribili dal nostro organismo.

Raffreddore

Il tè ottenuto da questa pianta è in grado di prevenire e curare il raffreddore.

Espettorante

Oltre a rilasciare un effetto di calore e benessere è anche in grado di sciogliere il muco nelle vie respiratorie. Libera i reni, facilitando così la respirazione.

Dolori Muscolari

La sua assunzione è in grado di apportare benefici in caso di dolori muscolari derivanti da attività sportiva o lavorativa. La proprietà è supportata da questo studio del 2011.

Dolori Mestruali

Uno degli usi tradizionali della spezia è appunto quello di alleviare i dolori mestruali.

Uno studio condotto su 150 donne prevedeva l’assunzione giornaliera di 1 gr di zenzero per i primi 3 giorno del ciclo.

I risultati sono stati sorprendenti, la spezia ha ridotto il dolore con la stessa efficacia di farmaci come l’ ibuprofene e l’acido mefenamico.

Artrite 

Molti degli effetti benefici di questa radice sono attribuibili al gingerolo. Questo è il componente attivo che gli conferisce quel sapore inconfondibile e che ha potenti proprietà antinfiammatorie. Proprio grazie all’attività del gingerolo, questa spezia si è rivelata utilissima nel trattamento dell’artrite.

Uno studio condotto su persone affette da osteoartrite alle ginocchia ha dato esiti positivi per quanto riguarda la riduzione del dolore. Il 75% dei pazienti che erano stati trattati esclusivamente con lo zenzero aveva riscontrato una riduzione notevole del dolore e del gonfiore. Allo stesso tempo questi pazienti hanno avuto un aumento nelle capacità motorie. I pazienti a cui era stato somministrato un placebo non hanno avuto nessun beneficio.

Un altro studio ha scoperto che una combinazione di zenzero, cannella ed olio di sesamo, se applicata localmente, può ridurre dolore e rigidità nei pazienti con osteoartrite.

Zenzero: proprietà e benefici

Sudorifero

Lo zenzero ha la capacità di riscaldare l’organismo. Allo stesso tempo stimola la sudorazione, cosa che può rivelarsi utile in casi di febbre e raffreddori.

Alcolismo

I suoi composti antiossidanti stimolano la bile e proteggono il fegato prevenendo la formazione di tumori.

Alito Pesante

C’è una tecnica orientale che prevede di mangiare un piccolo pezzo di zenzero in salamoia con aceto dopo ogni pasto. Questo sembra un metodo molto efficace per contrastare l’alito cattivo.

Radicali Liberi

La ricerca scientifica moderna ha rivelato che la radice dello zenzero contiene sostanze con proprietà antiossidanti. Queste sono utili per contrastare l’attività dei radicali liberi.

I radicali liberi sono lo scarto del metabolismo umano. Sono responsabili dell’insorgere di varie tipologie tra le quali le malattie cardiovascolari ed alcuni tipi di tumore.

Antitumorale

Il gingerolo contenuto nella radice sarebbe in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali al colon retto ed alle ovaie. A sostenerlo è una ricerca presentata al Frontiers in Cancer Prevention Research, un importante raduno di esperti di cancro.

Gli studi confermano che le proprietà antitumorali sono dovute ad un composto chiamato 6-gingerolo che si trova in grandi quantità nella radice cruda.

In uno studio del 2012, 2 gr di estratto di radice al giorno hanno ridotto in modo significativo i marcatori infiammatori del colon in 30 individui. Ci sono inoltre diverse ricerche scientifiche che suggeriscono che la spezia può essere efficace contro il tumore al seno, alle ovaie ed al pancreas.

Colesterolo

Come risaputo alti livelli di colesterolo LDL sono associati ad un maggior rischio di malattie cardiache. Uno studio della durata di 45 giorni effettuato su 85 pazienti con colesterolo alto, ha dato esiti interessanti. Una somministrazione di 3 gr al giorno di polvere di zenzero ha causato una riduzione significativa della maggior parte dei marcatori del colesterolo.

C’è anche uno studio condotto sui ratti che sostiene che l’estratto di radice riduce il colesterolo allo stesso modo del farmaco atorvastatina.

Ulcera 

Lo zenzero è efficace nel trattamento delle ulcere dello stomaco. Uno studio pubblicato su Molecular Nutrition e Food Research ha constatato che questa radice è più potente di un farmaco specifico per il trattamento dell’ulcera.

Uno studio del 2011 sui ratti ha dimostrato che la spezia in polvere ha effetti protettivi nei confronti delle ulcere gastriche.

Diabete

Uno studio del 2015 ha analizzato l’effetto della polvere di zenzero su 41 pazienti con diabete di tipo 2. I risultati hanno evidenziato che 2 gr di polvere al giorno della spezia assunta a digiuno riducono la glicemia del 12 %.

I risultati del test hanno anche mostrato una riduzione del 10 % dei marcatori dei livelli di zucchero a lungo termine. Tutto questo in 12 settimane.

Depressione

Pare sia particolarmente efficace per contrastare la depressione post parto. Per questo scopo si possono mangiare 10 grammi di zenzero fresco durante i pasti. In alternativa si possono assumere 3 capsule di zenzero in polvere al giorno da dividersi in 3 dosi separate.

Acquista compresse allo zenzero

Alzheimer

Si ritiene che lo stress ossidativo e l’infiammazione cronica siano tra i responsabili dell’Alzheimer e del declino cognitivo legato all’età.

Alcuni studi su animali suggeriscono che gli antiossidanti e gli altri composti presenti nello zenzero possano contrastare le risposte infiammatorie che si verificano nel cervello. Ci sono anche diverse prove scientifiche che affermano che lo zenzero può migliorare la funzione cerebrale.

Uno studio condotto su 60 donne suggerisce che l’estratto di radice migliora la memoria ed il tempo di reazione del cervello.

Molti altri studi su animali invece dimostrano che la spezia può proteggere il cervello dal declino legato all’età.

Infezioni

Le proprietà antibatteriche di questa spezia sono da attribuirsi al gingerolo, il composto bioattivo presente nello zenzero fresco.

Secondo al ricerca l’estratto della radice può bloccare la proliferazione di diversi tipi di batteri. Gli studi suggeriscono che lo zenzero è molto efficace contro i batteri legati alle malattie infiammatorie delle gengive.

Altri studi ci informano che lo zenzero fresco può essere efficace contro il virus RSV che causa infiammazioni respiratorie.

Altri Benefici

Stimola la sudorazione, contrasta la tosse, facilita l’espulsione di scorie dall’organismo, ed aiuta a mantenere la temperatura del corpo costante. Nella cultura araba a questa radice vengono attribuite proprietà afrodisiache.

In Africa lo si utilizza come rimedio contro le punture delle zanzare. Tuttavia è divenuto famoso in tutto il mondo grazie all’uso che se ne fa in cucina.

Controindicazioni 

Lo zenzero è universalmente riconosciuto come un alimento dalle proprietà salutari. In soggetti particolarmente sensibili però può provocare mal di stomaco e gonfiore addominale.

La radice fresca, se consumata in quantità esagerate o se non masticata a dovere, può provocare disturbi in soggetti con problemi di ulcera, infiammazioni intestinali ed anche calcoli biliari.

Come Consumare lo Zenzero

È molto versatile e si adatta ad essere usato in molti modi. Per godere delle sue proprietà possiamo saltarlo fresco in padella ed a fettine sottili. Lo si può abbinare alle verdure di nostro piacimento. Possiamo aggiungerlo in polvere al riso, alla carne, al pesce ed anche al purè di patate. Qui di seguito qualche altra idea su come consumarlo.

Tisana antinfluenzale: in una tazza d’acqua riporre alcune fette di radice di zenzero e far bollire il tutto per una decina di minuti. Al termine si filtra e, se si preferisce, si dolcifica, possibilmente con del miele.

Bibita rinfrescante: unite acqua, succo di limone, zenzero fresco grattugiato, ghiaccio e miele.

Condimento per le insalate: radice tritata, salsa di soia, aglio ed olio extravergine d’oliva.

Mele al forno: eliminate il torsolo dalle mele e riempitele con zenzero in polvere, noci tritate, uva passa o fichi secchi e miele. Lasciate cuocere in forno fino a che non saranno morbide.

Zenzero: proprietà e benefici

Conservazione 

La radice fresca può essere riposta in un sacchetto di carta ad uso alimentare e messa in frigorifero. In questo modo può essere conservata per diverse settimane. Quello secco o in polvere deve invece essere conservato in un contenitore a chiusura ermetica. Possibilmente in un luogo buio e fresco.

Curiosità 

In Birmania la radice viene fatta bollire unitamente ad una sostanza zuccherina ricavata dall’albero della palma. Questo composto viene assunto per prevenire l’influenza ed i malanni ad essa legati.

Anche in Cina se ne fa un uso simile. La radice viene affettata e bollita in acqua zuccherata come cura per il raffreddore.

Negli Stati Uniti viene invece utilizzato per prevenire la nausea tipica della gravidanza e quella derivante dal mal di mare. Questa caratteristica della radice è supportata da studi medici.

A differenza dei farmaci anti vomito che possono provocare effetti collaterali, lo zenzero è un prodotto assolutamente naturale e sicuro. Ne bastano piccole dosi.

In occidente la polvere di radice di zenzero viene venduta come medicinale nelle farmacie sotto forma di capsule.

Nelle Filippine viene masticato al fine di allontanare gli spiriti maligni.

Il rizoma viene utilizzato per la preparazione di liquori e, grattugiato, per insaporire per gli alimenti. Il suo sapore è amaro e in cucina viene anche impiegato per la preparazione di bevande digestive.

Il principale produttore di zenzero è l’India ma viene coltivato anche in Brasile, Messico, Perù, Giamaica, Fiji, Indonesia e Australia.

Dose Giornaliera

La dose giornaliera consigliata per godere pienamente delle sue proprietà varia dai 10 ai 30 grammi al giorno. A seconda dei propri gusti può essere utilizzato crudo, in polvere, in tisane, essiccato e in succo.

Zenzero: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento: 26/04/2018

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

 

Close